Manuela Di Vietri

Nuova edizione di ‘Maggio in Sax’: 33 i concerti di musica dal vivo a Roma

In occasione della rassegna ‘Maggio in Sax’, Roma ospita 33 concerti divisi tra due sedi speciali: Tramjazz e il Ballad Caffè

Fabrizio BossoTramjazz è un’iniziativa che ha celebrato i dieci anni di successo, divenendo ormai uno dei luoghi più originali e ricercati per la musica jazz dal vivo a Roma, conosciuto in tutto il mondo. TramJazz è una vera sala da concerto viaggiante per esperienze musicali sempre diverse. Un percorso musicale che corre parallelo a quello attraverso la Roma notturna che porta ogni sera il pubblico nei luoghi più suggestivi della Capitale, da San Lorenzo a Valle Giulia, Santa Croce in Gerusalemme, San Giovanni, il Colosseo, il Circo Massimo, la Piramide per ritornare dopo tre ore a Piazza di Porta Maggiore, luogo di arrivo e di partenza di questa speciale avventura in musica.

Il Ballad Caffè, in via di Porta Labicana 52, alle pendici del quartiere di San Lorenzo, è invece il nuovo salotto della musica dal vivo a Roma, nato da poco più di sette mesi è divenuto da subito una meta privilegiata della creatività musicale e non solo, ospitando memorabili jam session e concerti dei maggiori artisti italiani e internazionali.

Alla nuova edizione di ‘Maggio in Sax’ partecipano i migliori solisti della scena internazionale con progetti musicali tutti molto diversi e originali. Da Michael Rosen, jazzista di New York attivissimo da anni sulla scena jazz europea, Simone Alessandrini, virtuoso del sax a 360°, Daniele Tittarelli, brillante protagonista anche di molte performance televisive – come nella trasmissione Gazebo -, Max Ionata, uno degli artisti più apprezzati all’estero, in particolare in Giappone dove gode di grande fama, Maurizio Giammarco, figura carismatica del jazz italiano, che vanta una carriera ultra trentennale durante la quale ha esplorato il jazz in tutte le sue molteplici forme, Gabriele Coen, tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione musicale popolare ebraica reinterpretata in chiave jazz, Paolo Recchia, dallo stile inconfondibile che fonda le radici negli albori del bebop, Gaetano Partipilo. musicista ricercato e di grande versatilità. Marcello Allulli, originale sperimentatore tra neo-bop, funk, musica folklorica, avanguardia e melodia mediterranea, Genzo Okabe, nato a Tokyo, che porta nella sua musica anche l’essenza dell’antica tradizione delle sue origini, il talento dello spagnolo Daniel Juàrez e quello dell’olandese Barend Middelhoff, figura emblematica di musicista cosmopolita, e ancora Carlo Conti, Piersimone Crinelli, Danielle Di Majo, Marco Ferri, Gianni Gagliardi, Andrea Santaniello, Achille Succi, Alessandro Tomei, Manuel Trabucco, Gianluca Vigliar.

Un mese di musica da vivere dunque intensamente a Roma, protagonista ancora una volta della cultura internazionale, con un importante jazz festival che anima la traboccante fioritura della primavera romana. ‘Maggio in sax’ è un progetto di Brecce per l’arte contemporanea, curato da Nunzia Fiorini.

In occasione della rassegna ‘Maggio in Sax’, Roma ospita 33 concerti divisi tra due sedi speciali: Tramjazz e il Ballad Caffè.

Tramjazz è un’iniziativa che ha celebrato i dieci anni di successo, divenendo ormai uno dei luoghi più originali e ricercati per la musica jazz dal vivo a Roma, conosciuto in tutto il mondo. TramJazz è una vera sala da concerto viaggiante per esperienze musicali sempre diverse. Un percorso musicale che corre parallelo a quello attraverso la Roma notturna che porta ogni sera il pubblico nei luoghi più suggestivi della Capitale, da San Lorenzo a Valle Giulia, Santa Croce in Gerusalemme, San Giovanni, il Colosseo, il Circo Massimo, la Piramide per ritornare dopo tre ore a Piazza di Porta Maggiore, luogo di arrivo e di partenza di questa speciale avventura in musica.

Il Ballad Caffè, in via di Porta Labicana 52, alle pendici del quartiere di San Lorenzo, è invece il nuovo salotto della musica dal vivo a Roma, nato da poco più di sette mesi è divenuto da subito una meta privilegiata della creatività musicale e non solo, ospitando memorabili jam session e concerti dei maggiori artisti italiani e internazionali.

Alla nuova edizione di ‘Maggio in Sax’ partecipano i migliori solisti della scena internazionale con progetti musicali tutti molto diversi e originali. Da Michael Rosen, jazzista di New York attivissimo da anni sulla scena jazz europea, Simone Alessandrini, virtuoso del sax a 360°, Daniele Tittarelli, brillante protagonista anche di molte performance televisive – come nella trasmissione Gazebo -, Max Ionata, uno degli artisti più apprezzati all’estero, in particolare in Giappone dove gode di grande fama, Maurizio Giammarco, figura carismatica del jazz italiano, che vanta una carriera ultra trentennale durante la quale ha esplorato il jazz in tutte le sue molteplici forme, Gabriele Coen, tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione musicale popolare ebraica reinterpretata in chiave jazz, Paolo Recchia, dallo stile inconfondibile che fonda le radici negli albori del bebop, Gaetano Partipilo. musicista ricercato e di grande versatilità. Marcello Allulli, originale sperimentatore tra neo-bop, funk, musica folklorica, avanguardia e melodia mediterranea, Genzo Okabe, nato a Tokyo, che porta nella sua musica anche l’essenza dell’antica tradizione delle sue origini, il talento dello spagnolo Daniel Juàrez e quello dell’olandese Barend Middelhoff, figura emblematica di musicista cosmopolita, e ancora Carlo Conti, Piersimone Crinelli, Danielle Di Majo, Marco Ferri, Gianni Gagliardi, Andrea Santaniello, Achille Succi, Alessandro Tomei, Manuel Trabucco, Gianluca Vigliar.

Un mese di musica da vivere dunque intensamente a Roma, protagonista ancora una volta della cultura internazionale, con un importante jazz festival che anima la traboccante fioritura della primavera romana. ‘Maggio in sax’ è un progetto di Brecce per l’arte contemporanea, curato da Nunzia Fiorini.

AdnKronos