Ilenia Bocci

Campari chiude i battenti con i vini fermi: cede Chateau de Sancerre a Maison Ackerman

/

L’azienda di Tirrena con sede operativa in Francia sigla un accordo con la nostrana Campari per 20,5 milioni di euro acquisendo i vini francesi Chateau de Sancerre

Tradotto in proprietà per il valore di vendita, ora l’azienda Ackerman possiede i vini di Sancerre, i vigneti, gli immobili, gli impianti ed i macchinari per la vinificazione e la produzione del vino. Chateau de Sancerre comprende vigneti che si estendono per circa 55 ettari nella valle della Loira. Lo stesso fondatore della cantina è quello del liquore Grand Marnier e Campari scelse di espandere il perimetro del territorio posseduto acquistando nel 2016 l’azienda del liquore francese. La transazione sarà approvata solamente con l’ottenimento di una autorizzazione amministrativa finale perché da parte di Safer, l’organismo locale che si occupa dello sviluppo agricolo, hanno già ricevuto l’approvazione. Il motivo della cessione è dovuto alla volontà del gruppo Campari di focalizzare il commercio sugli spirit ed evitare, a quanto detto da loro, le attività non strategiche e poco produttive per l’azienda. Negli ultimi anni infatti il buisness plan dell’azienda italiana, come sottolinea Bob KunzeConcewitz chief executive di Campari, è quello di dedicarsi ai super-alcolici, dimostrato anche dall’acquisto della casa del liquore Grand Marnier.

Questo slideshow richiede JavaScript.