Manuela Di Vietri

Sui social si scatenano gli “effetti positivi” del caso Weinstein

Sui social si scatenano gli “effetti positivi” del caso Weinstein

L’effetto della campagna online “Me Too” sta dilagando sui social network di tutto il mondo e ha già ispirato più di sei milioni di persone

Sono migliaia le donne, che incoraggiate da quanto accaduto anche ad attrici molto note, hanno trovato adesso il coraggio di rivelare le loro storie di molestie sessuali subite nella vita professionale. E’ questo l’effetto della campagna online “Me Too” che dilaga ormai in tutto il mondo, attraverso i social network ispirando fino ad ora più di sei milioni di persone che utilizzando i social network Twitter e Facebook come canale comunicativo hanno deciso di raccontare le loro storie di molestie. Il caso Weinstein non è certo un caso isolato, già dalla bufera scoppiata attorno a questo caso, stiamo assistendo a come le molestie raccontate da molte donne hanno già superato il mondo dorato del cinema allargandosi a tanti altri settori ed è attraverso gli ahashtag che le donne si stanno facendo sentire;  mentre l’hashtag #Metoo riproposto da Alyssa Milano continua a prendere piede, in Francia comincia ad avere molto successo anche l’hashtag #balancetonporc, mentre in Italia l’hashtag utilizzato è #quellavoltache, e in Spagna è #YoTambien.