Redazione

Matrimoni in vista? Treatwell traccia l’identikit beauty degli invitati italiani

/

Treatwell, il più grande portale in Europa di prenotazione online per i trattamenti di bellezza e benessere, ha condotto un’indagine tra gli italiani per scoprire le loro abitudini beauty in vista dei matrimoni a cui vengono invitati

Il sondaggio rivela i trattamenti di bellezza irrinunciabili prima della partecipazione a un ricevimento, la spesa media per il proprio look e gli errori più temuti in occasione del grande giorno.

Capelli in ordine sempre, sia per lei che per lui

Gli intervistati concordano che, in vista di un matrimonio, i capelli devono essere sempre in perfetto ordine. Piega e acconciatura, infatti, sono considerate irrinunciabili per oltre la metà delle invitate (56,04%) e una donna su due (51,65%) aggiunge che si tratta dei trattamenti per cui è disposta a spendere di più quando deve partecipare a una cerimonia. L’attenzione al look dei propri capelli non conosce distinzione di genere: il 60% degli uomini conferma che il trattamento per cui si concede una spesa maggiore è proprio il taglio di capelli. Oltre un quarto (26,67%), invece, preferisce puntare su una barba curata e per le occasioni speciali ama regalarsi una seduta presso un barber shop.

Per lei, complici abiti corti e leggeri, il secondo aspetto da non trascurare è la ceretta (37,36%), seguita dalla manicure (23,08%). Passa invece in secondo piano l’attenzione al volto: solo l’1,1% non rinuncerebbe mai alla pulizia del viso, mentre il 2,2% non direbbe mai di no a maschere o trattamenti specifici.

Di contro, però, quando scelgono di puntare sul make-up, le donne italiane non badano a spese: il 15,38% dichiara di essere disposta a investire la maggior parte del proprio budget beauty proprio in un trucco realizzato da un professionista.

Look da matrimonio, quanto mi costi?

In genere sono proprio le donne a spendere di più per il proprio look beauty in occasione di un invito a un matrimonio: la metà delle intervistate (50,55%) confessa di pagare tra i 20 e i 50 € per la propria preparazione, mentre oltre un terzo (34,07%) spende in media tra i 50 e i 100 €. Meno spendaccioni gli uomini: due terzi degli invitati (66,67%) sostengono di non sforare il tetto dei 20 €, mentre solo un quarto (26,67%) supera questa soglia, seppur rimanendo sotto i 50 €.

Gli uomini, inoltre, generalmente prendono appuntamenti last minute dal barbiere o dall’estetista: l’80% dichiara di prenotare a meno di una settimana dal matrimonio, mentre la percentuale scende al 31,87% quando a fissare una seduta in extremis sono le donne. La maggior parte delle intervistate (38,46%), infatti, preferisce prenotare parrucchiere ed estetista una o due settimane prima della cerimonia e oltre un quinto (21,98%) si organizza con un mese di anticipo per essere certa di trovare posto nel suo salone preferito.

Matrimonio in trasferta: l’importanza delle recensioni

Per il proprio look da matrimonio oltre la metà (54,95%) delle invitate preferisce generalmente “andare sul sicuro” e affidarsi al suo professionista di bellezza di fiducia. La fedeltà delle donne al proprio parrucchiere o estetista vacilla solo quando sono invitate a una cerimonia lontano da casa: il 36,26% sceglie professionisti che non conosce solo se partecipa a un evento in trasferta, mentre il 47,25% delle intervistate conferma che il parrucchiere in loco è l’unica cosa a cui non rinuncia. Ulteriore conferma di come sia davvero inammissibile partecipare a un matrimonio senza la piega perfetta. Gli uomini, invece, sono soliti fare prima della partenza tutti i trattamenti beauty necessari: due terzi (66,67%) dichiarano di non fidarsi ad andare in un salone che non conoscono, mentre un quarto (26,67%) li fa lontano da casa per semplice comodità.

E quando si è lontano da casa, come scegliere il salone a cui affidarsi per essere certi di non sbagliare il proprio look? Uomini (40%) e donne (41,76%) concordano sull’importanza delle recensioni e affermano di non recarsi in un centro se non ben recensito. Un terzo degli invitati uomini (33,33%), invece, preferisce chiedere consiglio agli amici.

Gli scivoloni beauty imperdonabili

Affidarsi al salone e al professionista giusto è fondamentale per evitare di incorrere in imbarazzanti “scivoloni” beauty che rischiano di rovinare l’umore con cui si affronta la festa. Il timore più grande delle invitate è di incorrere in fastidiose reazioni cutanee a trattamenti last-minute (32,97%), dalla follicolite post-ceretta all’abbronzatura non uniforme. Quasi un quinto (19,78%) ritiene imperdonabile presentarsi con mani e piedi in disordine, mentre il 17,58% teme un trucco che non soddisfa le aspettative e che non dona come ci si aspettava o non resiste per tutto il giorno al caldo (o alle lacrime di gioia).

“Grazie al sito e all’app di Treatwell prepararsi alle cerimonie è davvero semplicissimo: basta un clic per trovare e prenotare il parrucchiere o l’estetista che fa per sé, quando e dove si vuole, anche lontano da casa, grazie a utili filtri e alle recensioni dei nostri utenti” dichiara Francesco Girone, Responsabile Marketing & Communications di Treatwell Italia.

Treatwell

Treatwell è la piattaforma di prenotazione online per i trattamenti di bellezza e benessere leader nel mondo. Il team di Treatwell, che conta 500 dipendenti in Europa, oltre 25.000 saloni e centri benessere affiliati e più di 10 milioni di utenti che ogni anno utilizzano il servizio, sta cambiando il modo in cui le persone prenotano online le loro sedute di bellezza.

Questo slideshow richiede JavaScript.