Manuela Di Vietri

10 anni di donazioni al Museo Studio del Tessuto in mostra fino al 18 giugno

/

“Mille e una storia… 10 anni di donazioni al Museo Studio del Tessuto”, a cura di Margherita Rosina e Francina Chiara, espone una selezione degli innumerevoli oggetti che, negli anni, sono andati ad incrementare le collezioni del museo tessile della Fondazione Antonio Ratti

Negli ultimi dieci anni, la FAR ha avuto l’opportunità di accogliere donazioni tessili e librarie che hanno arricchito alcune sezioni delle collezioni o ne hanno create di nuove. Attraverso un percorso espositivo cronologico/tematico, la rassegna intreccia le storie e i destini di oggetti straordinari. Sono reperti d’interesse storico scientifico, spesso gelosamente custoditi tra le mura domestiche, ereditati da privati e passati di generazione in generazione, oppure selezionati e acquistati da occhi esperti di collezionisti e appassionati di tessile. Grazie alla generosità e alla lungimiranza di privati, queste storie vengono ora conservate nelle collezioni museali della Fondazione, diventando parte del patrimonio storico tessile nazionale, rendendo possibile la loro trasmissione e la loro collocazione nella memoria collettiva.

In mostra é presente inoltre un nucleo specifico di oggetti acquistati dal 2012 al 2016 presso privati e case d’asta internazionali con il generoso contributo di Epson Italia; si tratta di singoli pezzi selezionati di volta in volta dalle responsabili del museo per valorizzare i risultati degli studi svolti e potenziare le collezioni del MuST.

Quanto al titolo, spiega Margherita Rosina: “Inizialmente avevamo immaginato di inserire nel titolo della mostra il numero esatto dei reperti che, per varie strade, sono arrivati in Fondazione. Ci siamo presto rese conto che questo non sarebbe stato possibile. Il numero è talmente grande da essere difficile da calcolare, tante sono state le donazioni che abbiamo avuto l’onore di accogliere. Questo ci rende riconoscenti e anche molto orgogliosi. E’ un segno tangibile del legame che abbiamo con il territorio”.

Info

Aperta fino al 1 maggio 2017 con ingresso libero
da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 17,30 sabato, domenica e festivi dalle 11 alle 18

Sede

Fondazione Antonio Ratti
Villa Sucota, via per Cernobbio 19, Como +39 0313384976 info@fondazioneratti.org

Questo slideshow richiede JavaScript.