Rosanna Imperio

La creatrice di gioielli Daniela Moretti in un’intervista esclusiva

/

Dalla passione per l’artigianato all’amore che la lega alla sua terra, la Basilicata, che trasferisce nelle sue creazioni. Da quest’anno anche la linea maschile, dopo il successo riscontrato con le donne dello spettacolo

Daniela Moretti, proprietaria di un laboratorio orafo a Rionero in Vulture, in Basilicata, realizza veri e propri capolavori artigianali. Apre il primo laboratorio nel 2009, intanto continua gli studi laureandosi al Dams di Bologna nel 2011 e dopo circa sei anni dall’apertura del primo laboratorio avvia la creazione di un brand tutto nuovo “Daniela Moretti gioielli”. Articoli Made in Italy in pietre dure , Swarovski e cristalli, personalizzabili secondo le esigenze del cliente, dallo stile che la stessa definisce “un mix”.  La passione di chi crede nei propri sogni, la stessa che l’ha portata a vincere il premio “ Ester Scardaccione” lo scorso 7 Aprile.

Com’è nato il tuo brand?

“Ho cominciato per gioco nel negozio di mio padre.  Nel 2009 è nato il mio laboratorio “Piazza dei desideri” .”

Quali esperienze ti ha permesso di fare questo lavoro?

“Ho deciso di partecipare per la prima volta ad un evento di moda: l’undicesima edizione “La Grotta dei desideri” . Ho acquisito una notevole esperienza partecipando a diversi concorsi successivamente e conosciuto tanti personaggi del mondo dello spettacolo con cui si è instaurato anche un rapporto di amicizia come l’attrice Milena Miconi, testimonial del brand per la dodicesima edizione de “La Grotta dei desideri”; Anna Falchi , Claudia Peroni, Raffaello Balzo e la giornalista Rosanna Cancellieri.”

Quindi ti occupi anche dell’uomo?

“Si quest’anno per la prima volta mi occuperò della linea uomo. E’ completamente diversa, noti come l’uomo soprattutto in alcuni momenti è molto più attento rispetto alla donna nell’accostare i colori e nella scelta degli accessori. La linea sarà semplice e allo stesso tempo particolare in pietre dure, cuoio e metallo , che mette in risalto un uomo fine e alla moda.”

Cosa cercano le donne in un bijoux fatto a mano che non sia già presente sul mercato?

“Le donne cercano l’esclusiva infatti  tutti i miei pezzi non sono riproducibili. La donna cerca un pezzo che la rappresenti.”

Quali sono le fiere e gli eventi di questo ambito da non perdere?

“Le fiere a cui non mancare sono sicuramente quella che si svolge a Firenze durante il mese di maggio dedicata all’artigianato e quella di Milano che si tiene a settembre sempre dedicata all’artigianato. E poi la Fashion week a Milano.”

Come hai trasformato questa passione in un lavoro redditizio?

“Questa passione diventa un lavoro redditizio quando con tenacia lotti per quello che desideri e soprattutto rimanendo con i piedi ben saldi a terra. E facendoti consigliare da chi capisce più di te di marketing.”

Fonti di ispirazione?

“La mia terra a cui sono molto legata dalla quale nasce la linea “Lucania” cogliendone i colori dei cieli e dei laghi, gli alberi e le montagne  con le sue forme spigolose.”

I particolari della collezione

I prezzi partono da un minimo di 15 euro fino ad un massimo di 100 euro sia per la collezione femminile che per quanto riguarda quella maschile. Da quasi due anni è attiva anche la piattaforma e-commerce sul sito www.danielamoretti.it .

La collezione vanta articoli per ogni genere. Una collana in perle scaramazze e chiusura in swarovsky dal costo di 100 euro, un completo realizzato con perle scaramazze, seta e quarzo rosa : 85 euro la collana e 65 euro il bracciale, realizzati su richiesta di una cliente alla ricerca di un’eleganza capace di colpire; un collare cucito con mezzi cristalli swarovsky turchese e perle scaramazze ispirato ai laghi di Monticchio; un bracciale a serpente cucito su neoprene e fascia in metallo con mezzi cristalli paillettes e swarovsky : adatto ad una donna dinamica e al passo coi tempi, al prezzo di 90 euro.

Daniela come ti vedi in futuro e soprattutto come immagini la tua azienda?

“Intanto penso alle cose imminenti, il prossimo passo avanti sarà verso la tredicesima edizione de “La Grotta dei desideri” con una sfilata tutta mia. Ci sono tanti progetti in ballo e nuove collaborazioni. E sto già pensando ad una nuova collezione. Per la mia azienda prevedo un mercato più ampio e posso dirmi già molto soddisfatta poiché i miei gioielli stanno arrivando nelle gioiellerie.”

Crediti foto: Marco Cuda

Questo slideshow richiede JavaScript.