Carmine Tufo

Sicilia: turismo, spiagge, natura incontaminata

/

L’estate è ormai alle porte, gli italiani e non solo scelgono dove passare le vacanze estive. Noi di Mitindo, ovviamente non ci facciamo trovare impreparati e oggi vi facciamo vedere una delle regioni simbolo per eccellenza del turismo italiano: la Sicilia

Grazie al suo infinito territorio, la Sicilia dal punto di vista turistico ha tanto da offrire: in quest’articolo proviamo a mostrarvi alcuni dei posti più caratteristici e che meritano senza dubbio di essere visitati, magari nei prossimi mesi, in vista delle ferie.

Taormina: parliamo di una delle località più incantevoli e magiche del mondo. L’incantevole paesino si trova su di un pianoro roccioso del monte Tauro, che scende a strapiombo sul mare Ionio, ad una altezza di circa 250 metri. Taormina ha un grandissimo patrimonio artistico, storico e culturale, che unitamente al salubre clima e alle bellezze paesaggistiche, ha attratto visitatori sin dalla metà del settecento. Il luogo simboli della piccola cittadina, è sicuramente il Teatro Greco o Teatro Antico che fu edificato nel III secolo a.C. dai greci in una posizione scenografica che facesse da contorno naturale alle rappresentazioni drammatiche o musicali. L’impianto venne poi ampliato e ristrutturato dai romani che lo utilizzarono per lo svolgimento di giochi gladiatorii e battaglie navali. Il monumento ospita da diversi anni durante il periodo estivo concerti e manifestazioni che diventano dei veri e propri spettacoli grazie alla location unica che regala magia ad ogni evento. Altro luogo da visitare è senza dubbio l’isola Bella, che si trova nella zona bassa di Taormina. L’area è facilmente raggiungibile grazie alla funivia che collega il centro storico di Taormina alla zona marina. L’isolotto è famoso in tutto il mondo per la sua particolare conformazione. Unita alla terraferma grazie ad una sottile striscia di sabbia che viene coperta o scoperta in base alle maree, l’Isola Bella è ricca di una folta vegetazione che rappresenta un magnifico esempio di macchia mediterranea. Particolare è anche la piccola costruzione che si trova sull’isola che si integra perfettamente con la vegetazione circostante. Dal 2011 il sito è diventato Museo Naturalistico Regionale di Isola Bella. Meritano una visita anche l’importante Piazza IX Aprile, che è conosciuta come il salotto buono di Taormina, dove si trovano i locali più chic della città, e dove grazie alla magnifica vista, si gode di uno scenario vastissimo che inizia con l’Etna, continua con la baia di Naxos e arriva fino alla collina che ospita il Teatro Greco.

Lampedusa: Trip Advisor oggigiorno è una delle piattaforme più importanti dal punto di vista turistico, con milioni di interazioni tra i diversi viaggiatori: proprio quest’ultimi hanno decretato che la Spiaggia dei Conigli di Lampedusa non è semplicemente una spiaggia meravigliosa, ma addirittura “la Spiaggia più bella del Mondo”. Si tratta di un autentico capolavoro, in uno scenario paradisiaco, immerso in un’atmosfera incantata, con una incredibile fauna marina e un’acqua la cui limpidezza e le cui sfumature azzurre attraggono visitatori e turisti da ogni parte del mondo. Da sottolineare che abbiamo tutto ciò a poco meno di due ore di volo da qualsiasi località italiana. L’Isolotto dei Conigli è un posto incantevole che si trova nella parte sud ovest dell’isola di Lampedusa, fa da cornice ad una serie di isolotti che sono dei veri e propri paradisi tropicali un’area sospesa tra cielo e mare, con i suoi circa 400 ettari di Riserva Naturale lungo un tratto incontaminato della costa meridionale, è meta perfetta di relax. È meta perfetta per l’estate 2017.

Realmonte: tra le località simbolo del turismo siciliano sta prendendo piede con insistenza Realmonte: un piccolo paese in provincia di Agrigento, sulla costa meridionale della Sicilia occidentale. Dista circa 15 chilometri dal capoluogo di provincia e si estende sulle pendici di una collina che dal mare si alza fino a 400 metri. Il centro abitato si trova a circa 100 metri dal mare e offre panorami meravigliosi sul fantastico mare siciliano. Oggi Realmonte fa parlare di se soprattutto per la sua splendida costa formata da un susseguirsi di incantevoli spiagge e scogliere, invidiate da tutto il mondo. Scogli a picco nel mare che affascinano e incantano per le loro variazioni cromatiche che vanno dal bianco di Scala dei Turchi, al rosso di Monte Rosso e Capo Rossello.

Le zone che meritano di essere visitate sono: Lido Rossello, Costa Bianca, Capo Rossello, Scala dei Turchi, Monterosso, Piscina e Punta grande ognuna delle quali presenta delle meravigliose ed uniche caratteristiche e nasconde delle bellezze tutte da scoprire come il Teatro di Costa Bianca circondato da un’arcata di calanchi. In particolare Scala dei Turchi Sorgendo ad ovest della Valle dei Templi: un capolavoro della natura. Geologicamente parlando, essa è costituita da un tipo di roccia sedimentaria argillosa e calcarea chiamata “marna” e che ha come suo segno distintivo il colore bianco puro. Ammirando questa “scultura” da lontano possiamo notare i gradoni che dal cielo, a picco, si tuffano in mare. Dalle forme ondeggianti e sinuose, la scalinata è facilmente accessibile a chiunque voglia godere di un panorama unico al mondo. Infatti, risalendo fino in cima è impossibile non rimanere colpiti e rapiti dal panorama mozzafiato. Ammirando questo incantevole paesaggio si possono distinguere vari colori: dall’incredibile blu del mare, al bianco neve dei gradoni, mentre alzando lo sguardo, all’azzurro del cielo, ancor più bello al tramonto quando il rosa del cielo fa da specchio nella roccia.

Isola di Vulcano: Un po’ complicata da raggiungere, ma una volta arrivati si è catapultati in un’altra dimensione. Parliamo di Vulcano, nelle Isole Eolie, che tra tutte, è l’isola che rimanda a quell’ideale bisogno di sentirsi perfettamente parte di una natura che ha in sé tutto ciò che serve per il benessere dell’uomo. L’azione dell’uomo, non intensiva, svolta nell’isola, sposa perfettamente quell’accordo e quell’equilibrio perfetti, tanto auspicati dagli amanti di paradisi come questo, che tecnica e natura possono concretizzare: intervenire sull’ambiente, parzialmente, senza danneggiarne la naturalità al solo scopo di far emergere, quanto più possibile, le risorse già presenti. Infatti sull’isola, è possibile godere delle acque termali e delle acque sulfuree. Il Vulcano padroneggia letteralmente sull’isola, la cui cima può essere raggiunta a piedi dagli amanti del trekking e della natura più selvaggia: il solo prezzo da pagare è la fatica. Un dipinto perfetto di cielo e mare, i cui colori si mescolano con le altre sei isole. Dalla piccola isola di Vulcano si può ammirare anche il possente Stromboli che lancia segnali di fumo ai visitatori che lo guardano dalla cima opposta. Il calore naturale, per la presenza delle acque sulfuree e per il dio apollo che bacia e padroneggia l’amato sud, rende Vulcano famosa per le terme e per le spiagge di sabbie nere. Un posto magico, incantevole, che saprà accoglierci e coccolarci. C’è da fare in fretta però, la ricettività sulla piccola isola di Vulcano non è infinità, proprio per salvaguardare quell’unicità fatta di riservatezza e natura selvaggia.

Questo slideshow richiede JavaScript.