Rosanna Imperio

Lo chemisier è la conferma dell’estate 2017: il capo più facile da portare

/

Si può abbinare a diversi stili, con forme diverse e adattarlo ai mood più vari, è lo chemisier

Un capo classico, pensato per l’universo maschile e riadattato alle forme femminili. Con la parte superiore che riprende la foggia di una camicia, lungo spesso fino alle ginocchia,o addirittura fino alle caviglie, abbottonato sul centro davanti e con cintura in vita. Le origini dell’abito a camicia risalgono a Maria Antonietta ma conquista il mondo della moda nel Ventesimo secolo. Un modello che funziona con tutte le fisicità ragion per cui si riconferma tra i capi essenziali dell’estate 2017. Anche per le donne curvy alle quali si consiglia un modello a portafoglio : focus sui seni, ma senza svelare troppo. Comodo e chic, è possibile indossarlo con sandali bassi o decolleté ma anche con sneakers. Tagli aderenti o ariosi, con dettagli come colletti e polsini. Con o senza maniche, taglio dritto o a uovo; le stampe,le forme e il tessuto ne determinano l’occasione d’uso. Molti stilisti lo propongono per le loro passerelle : da Fendi a Dior, Francesco Scognamiglio, Stella McCartney, Moschino e Miu Miu. Si prediligono i colori pastello o in particolare il modello giallo di Bottega Veneta e le righe.

Come possiamo indossarlo senza passare inosservate?

Cotone e lino per il giorno, modelli over da portare su pantaloni o jeans. Per uno stile bon ton e romantico, sulla scia degli anni ’50 è consigliabile un modello dalla lunghezza midi che si ferma appena sotto il ginocchio , impreziosito da una cinta in vita e da tacchi alti che slancino la figura. Per un look sporty chic , invece, un modello corto : con stampe, a tinta unita, stile safari, in abbinamento con sneakers o stivaletti e borsa tracolla. Se siete ispirate da un look anni ’70 la scelta migliore è abbinare modelli dai motivi geometrici e optical bicolor a maxi cappelli e calzature con frange. Oltre alla cintura l’accorgimento che può fare la differenza è la scelta dei bottoni , chiusi magari fino al collo, e un turbante abbinato .

Le nostre proposte e i migliori prezzi.

Potete scegliere il vostro chemisier secondo i vostri gusti , che sia elegante oppure sexy, costoso o più accessibile a tutti.

Stefanel ne propone un pezzo in denim leggero, con abbottonatura nascosta, svasato sotto il ginocchio e con cinta in tessuto al prezzo di 160 euro. Abbottonato fino al colletto, stretto in vita e con stampa Vichy quello di Elisabetta Franchi di 184 euro, da indossare con sandali o stivaletti al passo con le tendenze. Interessante anche la tuta chemisier dello stesso marchio , con pantaloni a sigaretta: costo 315 euro. Penny Balck propone il taglio a vita alta su un modello in puro lino, un piccolo colletto e maniche a tre quarti,lunghezza midi e leggermente svasato con abbottonatura nascosta e tasche, 159 euro. Per un badget più alto,a 560 euro il modello firmato Marina Rinaldi, a righe multicolor in crepe de Chine di seta, con collo tondo, maniche lunghe con polsini e bottoni, spacchi laterali sul fondo e taglio carrè sul dietro, con fodera sottoveste removibile. A prezzi più modesti a partire da 16,99 OVS ne propone vari modelli: smanicato, con laccetti e con colletto alla coreana.

Questo slideshow richiede JavaScript.