Manuela Di Vietri

MINI presenta a Pitti Uomo 92 una nuova Capsule Collection in edizione limitata

/

Anche quest’anno MINI presenta una nuova Capsule Collection in occasione di Pitti Uomo, una delle più prestigiose fiere a livello mondiale per la moda maschile e il lifestyle contemporaneo

In occasione della collezione MINI FASHION – BEYOND NATIVE, il brand collabora, ancora una volta, con cinque stilisti internazionali emergenti. La collezione vede gli stilisti sottolineare l’ambivalenza creativa che esiste tra le proprie radici culturali e i propri paesi di adozione.

“MINI è sempre stato un brand per chi osa fare le cose in modo differente, essere fuori dagli stereotipi”, dice Esther Bahne, Head of MINI Brand Strategy and Business Innovation. “Negli anni Sessanta, la prima Mini divenne un’icona di design e questa eredità culturale ci ha ispirato per il lancio di MINI FASHION. Volevamo osare e unirci ai creativi per portare qualcosa di innovativo e coraggioso nel settore.”

“L’idea di questa collaborazione è quella di dare una piattaforma a cinque creativi con differenti background culturali, in modo da far cogliere loro quella particolare energia che si genera dalla fusione di diverse influenze culturali e tradurla in prodotti eccezionali”, spiega Sabine Ringel, responsabile creativo presso MINI FASHION. “Il fatto che questi migranti abbiano sperimentato e attraversato confini nazionali e culturali, è la vera ragione della ricchezza e della profondità delle loro creazioni: hanno portato con sé queste prospettive nella collezione MINI FASHION – BEYOND NATIVE”.

Cinque suggestivi oggetti fashion dedicati al viaggiatore urbano

La collaborazione con MINI ha portato alla realizzazione di cinque articoli di moda per il viaggiatore urbano, che ama spostarsi tra culture e stili di vita diversi, sia in città sia fuori. I prodotti degli stilisti Diego Vanassibara, Edwina Hörl, Pronounce, Post-Imperial e Perret Schaad uniscono spunti culturali tradizionali appartenenti ai loro paesi di origine con elementi contemporanei delle loro nazioni adottive. BEYOND NATIVE è ispirato da uno degli ambienti di vita più diversificati: la città, habitat naturale della MINI.

Diego Vanassibara – scarpe per il viaggiatore urbano

Nato in Brasile, Diego Vanassibara ora vive e lavora nel Regno Unito. Non esiste luogo più differente della tranquilla regione rurale del Brasile dove è cresciuto, dell’ambiente londinese dove risiede ora. Diego mescola le sue influenze culturali con gli stimoli urbani, architettonici e storici di Londra per creare un’idea completamente nuova di scarpa da uomo.

La sua proposta per la collezione BEYOND NATIVE si basa sul classico stile derby britannico, una scarpa in pelle elegante che il designer riesce ad interpretare con la leggerezza brasiliana e una nonchalance creativa. La trama a buchi realizzati a laser conferisce alla tomaia di pelle nera una sensazione di leggerezza e di luminosità. Questa contrasta con una pesante suola ondulata che colpisce con il suo insolito mix di tessuto e di gomma vulcanizzata. La soletta blu, inoltre, aggiunge un tocco di colore extra in tipico stile MINI.

Edwina Hörl – un cappotto per il viaggiatore urbano

Edwina Hörl, austriaca di nascita, vive e lavora in Giappone. La stilista autodidatta si dedica alle questioni sociali contemporanee con le sue collezioni biennali e allo stesso tempo cerca di stimolare un dibattito critico. Per la collezione BEYOND NATIVE, la creativa ha tratto ispirazione dal design di un tradizionale soprabito giapponese haori e ha lavorato insieme a MINI per disegnare un confortevole cappotto unisex in lino.

Incorporando alcuni ingegnosi dettagli del trench, è riuscita a trasformare completamente l’effetto e la funzione di questo tradizionale capo di abbigliamento. Tinto in color indaco, il soprabito ha una fodera rivestita di sumi, materiale dotato di alcune caratteristiche particolari, tra cui quella, secondo alcuni, di essere antivirale. Una sacca separata può essere attaccata in vita o portata come borsa a spalla, utilizzando la cintura come tracolla. In entrambi gli usi si rivela particolarmente spaziosa ed indicata alle necessità del viaggiatore urbano.

Pronounce – una felpa con cappuccio per il viaggiatore urbano

Yushan Li e Jun Zhou sono le due menti che stanno dietro alla nuova e promettente griffe Pronounce e sono originari della Cina, anche se frequentemente sono in Italia per vivere e per lavorare. A Pitti Uomo 91, lo scorso gennaio, MINI e Condè Nast li hanno premiati con il riconoscimento “The Latest Fashion Buzz”, e ora stanno iniziando la tappa successiva del loro viaggio creativo con MINI, grazie al loro contributo alla collezione BEYOND NATIVE. La loro grande felpa con cappuccio presenta un design intelligente e contemporaneo che unisce seta, denim e tessuto jersey. Il mix di materiali vuole rappresentare la fusione di culture differenti nel capo stesso. Il taglio comodo e il mix di materiali rendono questa felpa ideale per essere indossata ovunque e in una grande varietà di occasioni.

Post-Imperial – una sciarpa per il viaggiatore urbano

Niyi Okuboyejo è nato a Lagos (Nigeria) ma è cresciuto negli Stati Uniti in Texas. Ora vive e lavora ad Harlem (New York) dove crea i prodotti della sua griffe Post-Imperial, mantenendo allo stesso tempo stretti legami con il suo paese di origine. I tessuti per i suoi capi, allegri e colorati, vengono prodotti in Nigeria e tinti utilizzando la tecnica adire tradizionale, prima di essere inviati negli Stati Uniti per la finitura. È così che è stata realizzata la sciarpa a doppio strato in seta disegnata per BEYOND NATIVE. Questa sciarpa è stata decorata con un’immagine tipica della Nigeria utilizzando la tradizionale tecnica di tintura del popolo Yoruba. La sciarpa indaco e azzurro misura 50 x 183 cm, dimensioni che permettono di utilizzarla in modi diversi. Realizzata al 100% in seta, è sicuramente un accessorio di classe per un viaggio.

Perret Schaad – una borsa per il viaggiatore urbano

Tutia Schaad viene dal Vietnam, ma ora vive e lavora in Germania. Dal 2009 gestisce, insieme a Johanna Perret, la griffe Perret Schaad con sede a Berlino. Per la Capsule Collection BEYOND NATIVE, le due stiliste hanno presentato un’interpretazione di borsa da viaggio, accessorio indispensabile per ogni viaggiatore e pensato per l’utilizzo quotidiano in città. La parte posteriore è realizzata in pelle rossa bordeaux di alta qualità, mentre la parte anteriore è in seta da paracadute color corallo e presenta una tasca di pelle bianca applicata con il logo goffrato dei partner. L’abbinamento dei colori si ispira ai paesaggi del Vietnam con il loro insieme di tonalità della terra e di dettagli dai colori vivaci. Anche la seta da paracadute rappresenta un ricordo del Vietnam, dove viene usata per diversi scopi. Una robusta corda, come quelle utilizzate dai pescatori vietnamiti, permette una presa sicura, sia per portare la borsa a mano, sia per attaccarla ad un bagaglio.

Edizione limitata – in vendita online a partire dall’autunno

BEYOND NATIVE è la terza MINI FASHION Capsule Collection ed incarna perfettamente l’atteggiamento aperto e ottimista del brand MINI. La collezione, composta da cinque pezzi, sarà in mostra a Pitti Uomo 92 a Firenze dal 13 al 16 giugno 2017 e sarà poi in vendita in edizione limitata dal prossimo autunno.

MINI e Pitti

Pitti Immagine è una mostra annuale incentrata sulla moda che si tiene in Italia. Pitti Uomo si concentra esclusivamente sulla moda maschile e ha luogo a Firenze dal 1972 due volte l’anno. Entrambi gli eventi promuovono griffe di moda giovani, emergenti e qualche volta non convenzionali. A partire da gennaio 2015, MINI e Pitti Immagine hanno iniziato una collaborazione che mette in risalto la comune passione per l’innovazione, l’attenzione al dettaglio e la qualità, oltre alla capacità condivisa di anticipare le nuove tendenze.

Questo slideshow richiede JavaScript.