Manuela Di Vietri

Il fotografo Mimmi Moretti riceve l’Honorable Mention all’IPA

/

Il fotografo Mimmi Moretti riceve l’Honorable Mention all’IPA e progetta una mostra su “Rana Plaza Couture”

Rana Plaza Couture8Era il 24 aprile del 2013 quando, nel crollo del Rana Plaza, alla periferia di Dacca, in Bangladesh, 1.138 persone morirono e altre 2.500 furono mutilate o ferite. Molte delle vittime erano donne, che lavoravano nei laboratori di confezione di abbigliamento ospitati dall’edificio di otto piani, e i loro bambini, che si trovavano nell’asilo presente nel complesso, dove si producevano capi per conto di noti marchi internazionali della moda.

A questo fatto di cronaca, considerato il più grave incidente nella storia dell’industria tessile moderna, il fotografo Mimmi Moretti ha dedicato il progetto “Rana Plaza Couture”: una serie di scatti, concepiti per essere non un generico atto di accusa contro l’industria del fashion nel suo complesso, ma contro le realtà che realizzano grandi profitti a scapito degli esseri umani e dei loro diritti.

Una foto di questo progetto, che si presenta come una campagna pubblicitaria fasulla per un marchio di moda immaginario, ha ricevuto l’Honorable Mention, per la categoria “Advertising, self-promotion”, all’edizione 2016 dell’IPA – International Photography Awards, il prestigioso premio internazionale di fotografia, sponsorizzato da “The Lucie Foundation”.

Forte di questo riconoscimento e in virtù della grande passione sociale che lo anima, Mimmi Moretti ha in cantiere una mostra personale, che permetta di conoscere e analizzare il suo lavoro, ma soprattutto di prendere coscienza e riflettere sul tema dello sfruttamento nel tessile-abbigliamento, affinché drammi come quello del Rana Plaza non si ripetano mai più.