Manuela Di Vietri

Tendenze capelli dal #WM2017: The Best Club propone Uniqueness [GALLERY]

  • Arizona

    Arizona

  • Elizabeth

    Elizabeth

  • Goku

    Goku

  • Isabella

    Isabella

  • Jessica

    Jessica

  • Tango

    Tango

/

Si è conclusa la due giorni che tra il 24 e il 25 settembre ha visto protagoniste sulla passerella allestita al padiglione 8 della Nuova Fiera di Roma le tendenze capelli della prossima stagione

Fra le tante proposte viste al Wella Masters 2017 spicca Uniqueness, la collezione proposta da The Best Club, alla cui direzione troviamo il direttore artistico Toni Pellegrino che descrive così la collezione: “Uniqueness vuole celebrare l’unicità di ogni individuo. Vuole sottolineare un concetto che ho espresso altre volte: per me va di moda ciò che sta bene e valorizza i punti di forza di ognuno di noi. I tagli di questa collezione sono stati pensati con l’obiettivo di poterli modellare su visi anche molto diversi tra loro. Ecco perché abbiamo lunghezze variabili, da corto a lungo, e abbiamo frange e morbidezze, ma anche ricci ben definiti e forme grafiche.  I colori sono tutti giocati sull’accostamento di toni caldi e freddi e prendono ispirazione da incontri cromatici assolutamente naturali. Ci siamo ispirati alla corteccia degli alberi, alle venature di alcune pietre semi-preziose, alle valve di un’ostrica e ai raggi del sole filtrati da un bosco.”

Uniqueness è l’unicità di ogni individuo. Uniqueness è la conferma di un nuovo modo di concepire la bellezza: nessuna costrizione entro i parametri di un modello, ma la valorizzazione dell’individualità. Ogni individuo è parte di un insieme che si espande e si moltiplica senza confini. Macro e micro collisioni di geometrie e colori generano infinite espressioni visive, creando un immenso patrimonio collettivo. Si succedono le epoche, cambiano i costumi, restano tracce di stile ed eredità di gusto. In Uniqueness maschile e femminile si sovrappongono e si intersecano. Il glamour vibra su corde art-fantasy. Il cinema degli anni ’40 e ’70 vive in continuità con icone contemporanee. Il sound è quello di Prince. Sullo sfondo, luci metropolitane, modelle e writers. Le forme si modellano sui visi per esaltarne l’unicità e disegnarne la bellezza. I colori sono presi in prestito alla natura: dalle stratificazioni minerali alle spezie, dalle sovrapposizioni lamellari di valve e cortecce ai raggi del sole filtrati da un bosco. Combinazioni di tonalità calde e fredde che si armonizzano alla perfezione.

SINGOLI LOOK

JESSICA

L’eleganza sofisticata di una diva anti-diva come Jessica Chastain, non solo attrice, ma anche protagonista di diverse campagne per Prada. Le linee e i volumi ricordano gli anni ’70, l’interpretazione però è contemporanea. Raffinatissimo il colore ispirato alle venature minerali dell’agata rossa e dell’onice. Il rame si accende con tonalità mandarino e acquista profondità con pennellate grigio ardesia.

ARIZONA

Media lunghezza e onde non-onde. Arizona Muse è l’icona di riferimento per un look che guarda a Lauren Bacall, stella luminosissima del glam anni ’40. Il colore, ispirato alle valve lamellari delle ostriche, è giocato sull’incontro tra un biondo freddo e un sottotono caldo. Grigio fossile e sabbia rosata in elegante combinazione.

ISABELLA

Icona di bellezza per marchi di alta cosmesi. Musa di registi internazionali. Impegnatissima nell’arte e nel sociale, è stata la modella più pagata al mondo. Isabella Rossellini è l’icona che ha ispirato questo taglio corto, versatile e sexy. Il colore è un raggio di sole che infiamma un bosco in autunno, regalando tocchi ultra-luminosi nelle tonalità dell’oro.

TANGO

Una icona di sensualità, con luci e ombre. Una star del cinema anni ’70 che ha segnato l’immaginario erotico delle generazioni successive. Con i ricci a caduta libera e la lunga frangia a sottolineare lo sguardo, Maria Schneider rivive in questo look che strizza l’occhio alla campagna Chanel Cruise 2017. Corposo il colore giocato sui toni caldi e freddi della corteccia: dal cioccolato al beige, dal castagna al cannella.

GOKU

Il mondo multicolore e massimalista di Prince incontra Black Goku, misterioso “cattivo” di Dragon Ball Super. Al ritmo sincopato del jazz scende la notte, e Jean-Michel Basquiat, in completo Armani, sta ultimando il suo “Horn Players”. Un look che nasce da un ricco sostrato art-fantasy. Un’immagine fortemente urban in cui le forme grafiche sposano l’haircare.

ELIZABETH

Intraprendente, anticonformista, tormentata, al centro di intrighi e complotti. Unica. Elisabetta I d’Inghilterra e l’interpretazione che ne dà Cate Blanchett in “Elizabeth – The golden age” (2007) sono i riferimenti visivi per un’acconciatura dalla struttura originale. Si gioca di contrasti nascosti tra trecce e chignon. Si costruisce per destrutturare. 

Crediti Uniqueness 

Creative director: Toni Pellegrino

ArTeam: Salvo Binetti, Leo Libardi, Antonello Lotito, Luca Morellato, Eveline Pellegrino, Roberto Spano, Luigi Vernengo, Luigi Villani (Consulente tecnico Wella & Direttore Colore per The Club Italia).

Un ringraziamento speciale a Stefano Brescia, Gessica Maltese e Salvo Peluso

Photographer: Danilo Falà

Stylist: Riccardo Rubino, Eleonora Papetti

Designer & brand accessories: Martina Blasco, Capucci, Federico Cina, Mario Dice, Greta Giannini, JF London, Sofia Molberg, Sharra Pagano, Peech, Alessio Rossi, Fabio Rusconi, Salar, G Sevenstars

Vintage sunglasses: Serendipity shop Milano

Copy: Stefania Pilato

Make-up: Kassandra Frua

Model agency: Be-nice

Questo slideshow richiede JavaScript.