Manuela Di Vietri

Secondo una ricerca chi legge è più felice

Secondo una ricerca chi legge è più felice

L’indice di felicità dei lettori è pari a 7,44, a differenza di quello dei non lettori che scende a 7,21. A rivelarlo è una ricerca realizzata da GeMs in collaborazione con l’Università di Roma Tre

Maggiore ottimismo, minore aggressività e più soddisfazione per l’impiego del proprio tempo libero sono le caratteristiche di chi ha l’hobby della lettura. Per scaricarsi dello stress ed essere più entusiasti della vita, la soluzione sembrerebbe essere dunque quella di leggere un bel libro.

Ecco perché chi legge è più felice:

È terapeutico: biblioterapia ed è una modalità di sostegnoe autoaiuto attraverso la lettura di libri.

Apre la mente: confrontarsi con il punto di vista dell’autore e scoprire nuovi modi di vedere le cose aprirà la vostra mente.

Aiuta a rilassarsi: leggere può scacciare lo stress regalandoci un momento di relax

Promuove la positività: i lettori sono più propensi a vivere emozioni positive