Caterina Lenti

Camomilla: un’erba officinale dalle infinite proprietà terapeutiche e cosmetiche

Camomilla: un’erba officinale dalle infinite proprietà terapeutiche e cosmetiche

CAMOMILLA COPERTINAIl termine camomilla è di origine greca e significa “umile mela” per via dell’odore dei suoi fiori, che ricorda quello delle mele renette, per questo viene anche chiamata “piccola mela dei prati”. Questa graziosa pianticella baciata dal sole, dai fiori bianchi a capolino con il centro giallo, è una delle erbe officinali più conosciute sin dai tempi più antichi: nella mitologia egiziana, il fiore della camomilla era dedicato a Ra, gran Dio del sole ed essa era venerata soprattutto per la sua capacità medicamentosa di sanare la malaria. Nel Medioevo veniva coltivata non solo ad uso medicinale, ma per difendere l’orto da eventuali malattie, per rinvigorire le piante deperite o per aumentare la freschezza dei fiori recisi.

TAZZA CAMOMILLAE’ proprio nei secoli bui, contrassegnati da terribili malattie infettive, che si diffuse la consuetudine di cospargere quest’erba sul pavimento o di bruciarla lentamente sulla brace del camino come l’incenso, per allontanare la peste e la tubercolosi. Inoltre, si usava appendere ciuffi di camomilla sulle culle dei neonati per preservarli dalle possibili epidemie e difenderli dalle forze malvagie. La camomilla comune, avendo proprietà antispasmodiche, si rivela un ottimo calmante per i dolori mestruali. Un tempo venivano somministrati più volte al giorno infusi di camomilla alle donne con il rischio di parto prematuro e ancora oggi, le mamme usano la camomilla come calmante per i loro piccoli o per la famiglia, in caso di bisogno. La camomilla, grazie ai flavonoidi, produce un rilassamento muscolare, è un miorilassante, utile in caso di crampi intestinali, cattiva digestione, è efficace in caso di sindrome dell’intestino irritabile, di spasmi muscolari, ma anche in caso di tensioni e stress, calmando nervosismo e ansia.

CAMOMILLAE’ un antinfiammatorio naturale, grazie all’azione protettiva sulle mucose esercitata dalle mucillagini e dai componenti del suo olio essenziale, è un decongestionante, lenitivo, addolcente e calmante nelle dermatiti, ferite, ulcere, congiuntiviti , ma anche un antidolorifico, in presenza di fenomeni nevralgici, sciatica, mal di testa, mal di schiena e cervicale. Inoltre, ha effetti ipoglicemizzanti, abbassando i livelli di zuccheri nel sangue, inibendo la trasformazione del glucosio in sorbitolo, responsabile, se in eccesso, dei danni agli occhi, ai reni e alle cellule nervose, riscontrati soprattutto nei diabetici.

SCHIARIRE CAMOMILLAMa le sue proprietà sono davvero eccezionali: è usata nello shampoo per mantenere i capelli chiari, contenendo apigenina-glucoside e apigenina, sostanze naturali con tonalità biondo chiaro, sovrapposte al colore naturale dei capelli, aiutando quelli fragili a recuperare la loro bellezza. In caso di gengiviti e ascessi dentali, utilizzate un cotton fioc imbevuto di tintura madre di camomilla più volte al giorno per lenire le parti arrossate e infiammate. In caso di psoriasi, acne, eczemi, dermatite e altre malattie infiammatorie della pelle, aggiungete all’olio di iperico o di mandorle dolci, poche gocce di olio essenziale di camomilla blu, acquistandolo in farmacia o in erboristeria. Per fissare il make-up, spruzzate sul viso dell’acqua di camomilla.

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters