Caterina Marino

Golden Globe 2015, teoria di Stelle

Golden Globe 2015, teoria di Stelle

Trepidante notte, per le Celebrity presenti alla premiazione che, tra colpi di scena,  attimi di tenerezza e delusioni, aspettano la notte degli Oscar

Zuma pressLaPresse

Zuma press/LaPresse

Alla 72° edizione trionfa, nella galattica atmosfera del Beverly Hilton, Boyhood, girato con meticolosa pazienza per ben 12 anni, secondo voci di indiscreti. Il film si accaparra diversi riconoscimenti tra i quali il più ambito, ovvero quello per  La Miglior Regia che è stata seguita da Richard Linklatere. Si classifica, lasciando di stucco alcuni concorrenti Grand Budapest Hotel. Al tenero George Clooney, arriva il Premio alla carriera intitolato a Cecil.B De Mille, che le conduttrici, Tina Fey e Amy Poehler, hanno scherzosamente, consegnato solo per non irritare la neo sposa d’acciaio, nuova icona fashion, Amal Alamuddin, alla quale George non perde l’occasione di dichiarare amore durante il discorso di ringraziamento. I coniugi Clooney, attenti alle tematiche sociali, manifestano il loro sostegno alla causa del Charlie Hebdo indossando la spilla con su scritto ”Je suis Charlie”.

Dopo la meravigliosa festa organizzata dalla rivista InStyle in collaborazione con Warner Bros,  durante la quale alcune Stars hanno fatto cambio d’abito, i Vip si sono sparpagliati nei diversi Party privati.

Zuma pressLaPresse

Zuma press/LaPresse