Valentina Ferrandello

Piccoli gesti quotidiani per salvare la “faccia”

Piccoli gesti quotidiani per salvare la “faccia”

Proteggere e mantenere la bellezza della pelle del viso si può, con 4 semplici accorgimenti


benessere- 600 400Il viso è quella parte del corpo fondamentale tanto per le donne che per gli uomini. Oggi si dedica sempre più tempo a scovare e testare tecniche per proteggere ed imbellire quello che del resto può essere definito come il biglietto da visita con cui ci si presenta alla società. Oggi la necessità della cura e protezione della pelle del viso è divenuta, come gran parte di ciò che è soggetto al mondo estetico, uno strumento da sfruttare nel mercato, con una continua produzione  successivo  lancio di prodotti più o meno affidabili che promettono effetti miracolosi e per giunta nel breve termine. Lungi dal voler screditare la veridicità ed affidabilità di questi elisir di giovinezza, è necessario ammettere che il più delle volte i vecchi rimedi “della nonna” od anche solo eliminare alcune cattive abitudini risulta essere la scelta più azzeccata per mantenersi in “buono stato”.  Le cose da fare  per mantenere sana la pelle del viso sono passaggi semplici ma inevitabili.

ACETO MELE PELLEDetersione profonda e quotidiana: prima scelta da effettuare, per ottenere una pulizia perfetta della superficie e rimuovere le cellule morte, consiste nella scelta del detergente. Acquistare il prodotto giusto non è facile. E’ opportuno e consigliato andare in  farmacia e sottoporsi ad  un test per verificare quale sia il tipo di pelle secca, mista o grassa. Solo successivamente sarà possibile rivolgersi al personale competente per farsi consigliare  quello che fa al caso di ognuno. Dopo aver pulito a fondo con il detergente, procedere con un tonico che svolge la funzione di rinfrescare la pelle e di riequilibrare il ph velocemente. Stendere poi una crema idratante  prima di procedure alla stesura del make up. Fondamentale sarà struccarsi bene il viso con prodotti atti a rimuovere il make up. Oggi ne esistono di diverse tipologie ed è bene sceglierli in base al tipo di trucchi utilizzato  (waterproof, ad esempio). Successivamente, replicare i passaggi del detergente e del tonico, prima descritti, giusto  prima di andare a dormire per rinfrescare e ristabilire l’equilibrio della pelle del viso.

pelle-sana-frescaSecondo step, strano ma vero, è fare attenzione a come si dorme. Sembra banale, ma in realtà è stato dimostrato come i tessuti su cui spesso ed involontariamente si poggia il viso sono rilevanti poiché causa di irritazioni da sfregamento e cosìdette rughe del sonno. L’ideale sarebbe dunque fornirsi di federe di tessuti di cotone di buona qualità o anche di seta, ancor più delicato e dunque magnanimo con la pelle del viso. Da non sottovalutare inoltre sono tutti quei gesti meccanici che si commettono durante la giornata che possono rivelarsi a lungo andare fatali per la pelle del viso: toccarsi con le mani sporche, magari dopo aver preso mezzi di trasporto cittadini o dopo essersi servito di toilette pubbliche anche dopo molte ore, non fa che riportare qualunque tipo di batterio depositato selle mani anche sul viso, compromettendone l’equilibrio naturale.

Terzo step: poco sole e tanta protezione. A tutte le donne (ed in realtà ormai anche agli uomini) piace avere un colorito tendente al dorato non solo nelle stagioni estive ma anche in quelle primaverili ed ormai invernali. Pe alcuni è una priorità a cui non si riesce a rinunciare. Il colorito dorato tende ad essere sintomo di benessere e salute agli occhi degli altri e dunque un viso con il giusto tono di pigmentazione fa sentire più dinamici, più in buona salute  e meno stressati, almeno per l’esterno. Ebbene è ormai risaputo che i raggi solari, a causa della presenza degli UV, causano invecchiamento precoce della pelle e nei casi più drammatici anche tumori. Il viso, è la parte del corpo  in continua esposizione, dunque una regola fondamentale da non sottovalutare è la protezione dal sole; sarebbe ideale stendere una protezione solare, anche molto bassa, non solo durante la stagione estiva, ma estendere questa buona abitudine anche negli altri periodi dell’anno, ad esempio nelle stagioni primaverili. Oggi esistono inoltre molti prodotti di make up che facilitano questo passaggio, come bb- cream e cc cream, ma anche  fondotinta che sono arricchiti di agenti protettivi.

pulizia-visoUltimo step, ma non meno importate, riguarda l’esfoliazione. Lo scrub è da sempre uno dei trattamenti essenziali per mantenere la pelle fresca e liscia procedendo alla rimozione delle cellule morte, ma allo stesso tempo la frequenza con cui si fa è da tenere sotto controllo. Esagerare con il trattamento infatti causa secchezza della pelle, screpolature e stimola, per contro, la produzione di sebo poiché la pelle necessita di riidratarsi, e ciò porterà anche potenzialmente alla produzione di acne e brufoletti. Evitare inoltre scrub a base di particelle con semi o conchiglie frantumate poiché questi esfolianti hanno bordi frastagliati che creano micro ferite sulla pelle che attirano dall’esterno batteri ed altre impurità.

A volte, i segreti che permettono una sana cura di se’ stessi non devono essere ritrovati obbligatoriamente nei prodotti commerciali che la pubblicità propina in modo estenuante. Creme, maschere ed impacchi che si vendono come elisir di giovinezza, per giunta spesso molto costosi poiché si vestono del brand a cui appartengono. Il segreto ed i rimedi più efficaci a volte si traducono solo nell’ adottare una formula quotidiana che si compone di piccoli gesti ed accortezze che, nel tempo e con costanza, daranno i  risultati tanto sperati ed attesi che spesso tanti prodotti invece non riescono a realizzare.