Rita Caridi

Sharon Stone testimonial per una campagna a favore dei “ritocchini” [VIDEO]

Sharon Stone testimonial per una campagna a favore dei “ritocchini” [VIDEO]

Oggigiorno la chirurgia estetica è alla portata di tutti, e, infatti, non sono ormai solo i vip ad usufruirne: è una tendenza che sta prendendo piede anche tra “i comuni mortali”, di qualsiasi età e, soprattutto, di qualsiasi sesso

fcc7a5b7809285caf750c5692313d459I ritocchini e la chirurgia estetica sono diventati un “vizio” per tutti: donne e uomini, di qualsiasi età, appena notano una minima imperfezione sul proprio viso cercano di ricorrere subito ai ripari rifugiandosi nella chirurgia estetica, che non ha un’ottima reputazione. Proprio per questo motivo, l’azienda dermatologica Galderma ha deciso di creare una campagna globale per cercare di migliorare la reputazione di questo tipo di trattamenti. Per farlo hanno scelto una testimonal d’eccellenza: Sharon Stone. Un’attrice che non si nasconde e non teme i giudizi degli altri.
È la prima volta che una star così importante si impegna in una campagna in favore per dimostrare che i filler e gli Skinboosters , in questo caso di Restylane, consentono di ottenere risultati naturali. L’attrice ha dichiarato: “Sono entusiasta delle tecniche nuove e innovative di Galderma per garantire risultati naturali e felice di poter contribuire a migliorare la reputazione dei trattamenti estetici. È straordinario che l’incontro tra scienza e bellezza ci offra soluzioni così convincenti. Sono certa che tutti rimarranno colpiti dai risultati naturali che i filler e gli Skinboosters Restylane consentono di ottenere e che riveleremo a maggio in un evento Real Life“.
L’intenzione, sottolinea Anne-Sophie Copin, responsabile globale del settore Skin Rejuvenation Aesthetics & Corrective dell’azienda, ”è di fare chiarezza sugli effetti naturali e discreti. Speriamo di sfatare i pregiudizi e dare a più persone la possibilità di prendere una decisione informata”.

 

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters