Caterina Marino

Siria, la commovente storia di Hudea: pensava che il fotografo le volesse sparare

Siria, la commovente storia di Hudea: pensava che il fotografo le volesse sparare

La foto della bimba con le braccia alzate sta facendo il giro del web, pensava che il fotografo le volesse sparare. Questa commovente storia è una denuncia degli orrori della guerra in Siria.

download (1)La bambina ritratta da  Osman Sagirli, soprannominato “The photographer who broke the internet’s heart” ha soli 4 anni. La piccola bocca stretta rivolta all’ingiù trattiene la paura e gli occhi grandi e profondi come un pozzo  sostengono lo sguardo dell’occhio del mirino. La bimba, gelata dalla paura, ha scambiato l’obbiettivo del fotografo per un fucile davanti al quale si è arresa come dimostrano le braccia rivolte all’insù, tese dalla paura.  L’angoscia della bambina è la denuncia dell’orrore della guerra in Siria che ha coinvolto 5 milioni di bambini.  Sagirli alla BBC racconta:“Avevo una macchina fotografica con un teleobiettivo ingombrante e la piccola, scambiandolo per un’arma, ha alzato le mani in segno di resa…Pensava che le avrei sparato”. La foto è stata postata dalla fotogiornalista di Gaza Nadia Abu Shaban. alcuni hanno messo in dubbio la paternità della foto sostenendo che la fosse stata scattata da un altro fotografo nel 2012, è nata anche per questa faccenda una diatriba, come la maggior parte sterile. Non dovrebbe importare chi o quando è stata scattata la foto, ma l’orrore della guerra espresso dai neri occhi della piccola.

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters