Redazione

Matrimonio di tendenza, raccontarlo con un sito web

Matrimonio di tendenza, raccontarlo con un sito web

matrimonioIl matrimonio rappresenta uno dei momenti più importanti per una coppia che si ama, è il coronamento del loro sogno d’amore che l’impegna a trascorrere tutta la vita insieme, ma è anche tra gli eventi più ardui e dispendiosi da organizzare. Negli ultimi tempi, dall’America, è giunta a noi la singolare usanza di creare un sito web per le proprie nozze, idea che si sta diffondendo molto rapidamente un po’ in tutto il mondo. Si tratta di un vero e proprio supporto all’organizzazione della cerimonia, nonché, il modo migliore per avere tutto sotto controllo facendo le cose per bene. E’ una preziosa fonte d’ispirazione, un notevole dispositivo in grado di raccogliere i dettagli relativi alla circostanza, da comunicare in modo più celere e meno dispendioso agli invitati, rendendo partecipi in tempo reale, anche coloro i quali non potranno assistere ai preparativi o presenziare il giorno della festa. Numerosi sono i portali ai quali i futuri sposi possono affidarsi per creare il proprio sito come: given2.com che permette di realizzare uno spazio personalizzabile nel quale poter inserire la lista nozze, il guestbook, immagini, caricare messaggi, video e tanto altro, in modo semplice e totalmente gratuito.

Partecipazioni a costo zero

Un particolare del matrimonio da non sottovalutare, è sicuramente la partecipazione di nozze, poiché ha il compito di raccogliere le informazioni principali che riguardano la cerimonia. I fattori che ne determinano il valore variano in base alla scelta della carta, della stampa, delle quantità, tutti particolari che hanno un costo considerevole se si pensa che per un minimo di 50 partecipazioni classiche, si spendono fino a 250 euro. Un sito web creato apposta per l’occasione, ci darà la possibilità di tagliare tali spese e di ricavare in modo creativo e rapido una partecipazione personalizzata, senza dover aspettare i lunghi tempi di stampa della tipografia.

Comunicare novità e dettagli di viaggio

All’ occorrenza, il nostro sito web può trasformarsi anche in un vero e proprio diario segreto virtuale, creando pagine protette da aggiornare quotidianamente e in cui condividere informazioni specifiche come: desideri, pensieri, post di pagine selezionate, sorprese da fare, scegliendo di confidarle solo a pochi intimi. Ma non è tutto, rappresenta anche un filo diretto fra noi e i nostri cari provenienti  da lontano, che nonostante la distanza sarà possibile aiutare nella ricerca di hotel confortevoli ed economicamente convenienti, postando i link diretti alle pagine degli alloggi, rispondere alle email per chiarire eventuali dubbi sul percorso da seguire e consigliandoli sui luoghi vicini da visitare nel caso partissero con qualche giorno in anticipo.

Con il Wedshoots il fotografo è gratis

Ormai, non esiste matrimonio dove gli invitati non scattino personalmente delle foto per immortalare  i momenti più salienti e divertenti della festa. A tal proposito, l’era di internet, ci fornisce delle applicazioni specifiche che consentono di creare degli album fotografici privati, dove gli ospiti potranno postarvi le foto da condividere. Dal momento che  un servizio fotografico oscilla dai 1500 ai 3000 euro, quale migliore occasione se non quella di utilizzare il  Wedshoots per dimezzare tale spesa, così da eliminare il costo dei duplicati e offrire la possibilità ai parenti lontani di poter sfogliare comodamente da casa, da uno smartphone o da un  tablet, le immagini che raccontano il giorno più bello della nostra vita.

Un modo pratico per creare qualcosa di inimitabile

Tra i tanti vantaggi che si ottengono mettendo  tutto on-line, oltre alla semplificazione del  lavoro organizzativo, vi è la possibilità di mostrare agli invitati la reale personalità della nostra coppia. Il sito, infatti, dovrà essere il nostro bigliettino da visita, nel quale esporre i nostri gusti e preferenze in totale libertà e attraverso il quale gli ospiti potranno captare da subito lo stile su cui verterà la cerimonia.

Angelo Vargiu