Redazione

Pigiama da donna: come scegliere il migliore?

Pigiama da donna: come scegliere il migliore?

La scelta del pigiama rappresenta un momento molto importante

pigiama

©Gian Mattia D’Alberto/Lapresse

Si tratta d’altronde di un capo d’abbigliamento, spesso composto, che viene utilizzato per tante ore al giorno (quelle notturne) e che per questo motivo dovrebbe essere sufficientemente comodo e funzionale… senza rinunciare allo stile che potrebbe contraddistinguervi anche (o soprattutto!) in ambito domestico. Ma come scegliere il migliore tra i pigiami da donna? Cerchiamo di fornire qualche pratico spunto che non deluderà le vostre aspettative!

La giusta temperatura

In primo luogo, giova rammentare che una delle migliori regole per potersi garantire un congruo riposo è rappresentato dalla necessità di garantire al proprio corpo la temperatura più salutare. Avere troppo caldo o troppo freddo durante le ore serali e notturne può infatti pregiudicare il proprio benessere, divenendo fattore controproducente per il proprio riposo. Di qui, la necessità di acquistare un pigiama che sia realizzato in un materiale consono all’ambiente e al clima circostante. Durante i mesi invernali si può arrivare ad acquistare un pigiama realizzato con lana o flanella, mentre nei mesi estivi o in caso di riscaldamento domestico invernale piuttosto evidente, si può puntare su tessuti freschi come cotone o seta. Ai tessuti naturali è inoltre possibile associare prodotti con fibre sintetiche come poliestere o lycra.

Lunghezza del pigiama

I tessuti con cui i pigiami sono realizzati costituiscono solamente uno dei tanti elementi che possono influenzare la corretta scelta di questo abbigliamento. Un altro elemento sul quale vi consigliamo di soffermarvi è ad esempio legato alla lunghezza: sebbene sia intuibile che di inverno vengono preferiti i capi con maniche lunghe, molte persone preferiscono comunque quelli a maniche corte, da utilizzarsi come magliette intime, cui associare – qualora ne ricorra il caso climatico – degli altri capi da portare sopra.

Pigiama a due pezzi o pezzo unico?

Un altro bivio che spesso molte donne si trovano ad affrontare è legato alla presenza di un pigiama a pezzo unico, in alternativa a un pigiama a due pezzi. Sebbene un tempo i pigiami con un unico pezzo venivano considerati poco attraenti e fuori moda, in realtà recentemente si è scoperto il piacere di poter destinare al proprio guardaroba uno spazio a questo genere di capo di abbigliamento, che può donarvi molti vantaggi sotto il profilo della comodità. Anche in questo caso, però, non esiste una scelta che possa essere giudicata migliore delle altre: molto dipenderà da voi, da come preferite state comode e da come vi sentite a vostro maggiore agio.

A ognuna il suo stile

Chiaramente, un ultimo elemento che potrebbe fungere da discriminante per la scelta di un pigiama, e che vi consigliamo comunque di porre in integrazione con quelli prima esposti, non potrà che essere legato allo stile dell’indumento. In questo senso, sul web non possiamo non ricordare come riuscirete a trovare migliaia di diverse opportunità: non vi rimane dunque altro da fare che dare un’occhiata alle nuove collezioni, o ai best seller, e scegliere l’alternativa che ritenete possa essere più apprezzabile anche sotto il profilo puramente estetico.

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters