Rita Caridi

Aperilight, la nuova moda sbarca anche in Italia

Aperilight, la nuova moda sbarca anche in Italia

Coniugare la dieta a un momento di convivialità e di incontro come l’aperitivo

Un obiettivo comune a tante persone, che ora ha un buon motivo in più per essere conseguito: lo sbarco in grande stile anche in Italia dell’aperilight, l’aperitivo leggero che può essere frequentato e goduto senza l’assillo della bilancia. Ma in cosa consiste?

Una nuova moda dagli States

Come molte altre tendenze di quest’anno, anche quella dell’aperilight è una moda che arriva dagli Stati Uniti, dove spopolano gli aperitivi a base di stuzzichini di verdure e altri alimenti “sani”, che possono allietare il drink serale con amici e colleghi senza per questo cercare di nuocere alla propria salute.

Il funzionamento dell’aperilight è molto semplice. Al posto di patatine e salatini non particolarmente appropriati per il proprio benessere, vengono scelte verdure e altri cibi ricchi di fibre, di sali minerali e di vitamine. Insomma, un aperitivo salutare, che non solamente sia l’occasione giusta di scambiare quattro chiacchiere tra amici, quanto anche l’opportunità per poter evitare cattive prassi alimentari.

Come spesso succede, l’apertura di questa moda a stelle e strisce, ora divenuta tricolore, è spettata a Milano. Il capoluogo lombardo, certamente ben affezionato alla tendenza dell’aperitivo, ha infatti visto un’esponenziale crescita di finger food, bruschette e flan a base di frutta o verdura, abbinati ovviamente a drink delicati, frullati salutari, centrifugati & co.

I millennials sono i più affezionati

Non stupisce nemmeno, in questa breve panoramica sul fenomeno, che ad essere maggiormente affezionati a questa moda dell’aperitivo leggero siano proprio le nuovissime generazioni, e in particolar modo i millennials, sempre più attenti alle evoluzioni salutiste e alimentari, e dunque terreno fertile per poter sperimentare le migliori opportunità di questa moda statunitense.

Sono peraltro loro ad avere le abitudini culinarie più varie, e anche la propensione a sostituire la cena “tradizionale” con altri pasti che anticipano o seguono all’orario comune del secondo pasto principale del giorno, dopo il pranzo.

In sintesi, è sicuramente troppo presto per poter sapere se questa moda sarà in grado di sostituire in buona parte il binomio tra aperitivo e abbuffate caloriche, ma è sempre più probabile che nel corso dei prossimi mesi assisteremo all’esplosione di più eventi di aperilight, in sostituzione di quelli meno salutari e meno benefici per il nostro organismo.

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters