Rita Caridi

Sesso, gli italiani lo fanno prima dei 18 anni ma ne sanno poco

Sesso, gli italiani lo fanno prima dei 18 anni ma ne sanno poco

La prima volta per i ragazzi e per le ragazze italiane? Arriva mediamente tra i 16 e i 17 anni

Guai, però, a pensare che tale precocità relativa sia corrispondente alla conoscenza e alla competenza in tal delicata materia. Anzi, sebbene non manchino i punti a favore (sta fortunatamente aumentando l’uso del preservativo), in realtà il sesso è considerato ancora un argomento tabù nelle conversazioni familiari, come ci conferma un recente report curato dal Ministero della Salute in occasione della terza Giornata nazionale di informazione e di formazione sulla salute riproduttiva.

In particolare, tornando alle considerazioni formulate nel dossier, emerge che per quanto concerne l’utilizzo di metodi contraccettivi, rispetto a un’indagine similare compiuta dall’Istituto superiore della sanità nel 2010, rimane stabile la percentuale di chi purtroppo non utilizza alcun metodo di profilassi, pari al 10%, mentre cresce al 77% l’uso del profilattico. Sale però anche la quota di chi usa la tecnica del coito interrotto (26%) e quella del calcolo dei giorni fertili (11%).

Ad ogni modo, a emergere con maggiore insistenza dal dossier è il fatto che la famiglia non è ancora il centro di riferimento per tutti quei ragazzi che non riescono a confrontarsi su questi argomenti con i genitori con cui difficilmente affrontare tali temi, come quello dello sviluppo sessuale, della riproduzione, delle malattie trasmissibili mediante attività sessuale, dei contraccettivi: solamente il 10% del campione intervistato dichiara di parlare di questi argomenti in famiglia in maniera approfondita.

Ancora, il 94% dei giovani intervistati ritiene che debba essere la scuola l’istituto a garantire l’informazione sui temi della sessualità e della riproduzione (in particolare, circa 6 intervistati su 10 ritengono che questa sensibilizzazione debba iniziare dalla scuola secondaria di primo grado o anche prima). Tuttavia, solamente il 22% dei ragazzi intervistati desidererebbe ricevere queste informazioni dai propri docenti, mentre il 62% desidererebbe poterne parlare con del personale esperto, esterno all’istituto scolastico.

Infine, viene riportato come il 7% degli adolescenti ritenga di non avere figli nel corso del prossimo futuro, mentre quasi l’80% di loro indica come età giusta per poter diventare genitore prima dei 30 anni.

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters