Redazione

Ayurveda: scienza completa della vita

1L’Ayurveda è, probabilmente,  la più antica dottrina “medica” conosciuta :  è più antica della medicina cinese e ancor più antica di quella occidentale.  Il concetto “Ayurveda” deriva dal sanscrito e significa “scienza completa della vita”.
I fondamenti teorici derivano dalla filosofia e dalla religione tradizionali dell’India e, il medico Ayurvedico  si occupava  non solo della salute dell’uomo, ma anche del rapporto dell’uomo con ciò che è superiore, con il cosmo,insegnando  a migliorare il senso di benessere generale.
Secondo la dottrina antica  tutto prende vita da cinque elementi primari : etere, aria, fuoco, acqua e terra, che interagendo tra loro formano tre principi fondamentali (dosha) dell’organismo umano.
•          Etere e aria formano il principio Vata: rappresenta  il movimento e nel corpo presiede a tutte le funzioni del sistema nervoso quindi governa tutto ciò che si muove.
•          Fuoco forma con una piccola parte di Acqua il principio Pitta: rappresenta il principio del calore  e governa tutti i processi digestivi e di trasformazione.
•          Acqua e terra formano il principio Kapha: rappresenta la  coesione e stabilità, presiede alle funzioni del sistema Immunitario ed è responsabile della struttura del corpo.  
Solo quando i 3 dosha sono in equilibrio si ha la condizione di salute.
Il concetto di equilibrio è  centrale dell’Ayurveda. Equivale a salute come pieno appagamento e persistente benessere. L’operatore ayurvedico  attraverso la stimolazione dei punti chakra ristabilisce il benessere  perso.
Oggi in occidente viene praticata maggiormente la tecnica base del massaggio, cioè quella che si adatta ai bisogni degli occidentali, che  tende a mantenere l’equilibrio psico-fisico, risultando così un massaggio estremamente rilassante con movimenti ampi, avvolgenti seguiti da trazioni alle articolazioni più importanti in modo da coinvolgere ogni distretto corporeo.

A cura di Tiziana Fiordalisi