Redazione

Dal Giappone 9 segreti per vivere a lungo

Da quanto sostengono i giapponesi per ottenere la longevità è bene sentire brontolare la pancia

Yoshinori Nagumo è presidente dell’International Anti Aging medical Society e della Nagumo Clinic, è specializzato in terapie anticancro e ha fondato cliniche oncologiche a Tokyo, Nagoya, Osaka e Fukuoka. Nel suo libro “Il magico potere del digiuno” illustra il metodo giapponese per mantenersi in salute, prevenire le malattie e rallentare l’invecchiamento.

“Studi recenti – dice – hanno dimostrato che la fame ha un impatto fondamentale sul benessere fisico. Il brontolio dello stomaco è un segnale che, a livello cellulare, nell’organismo avvengono reazioni positive che fanno addirittura ringiovanire”.

Il dottor Yoshinori Nagumo che ha sperimentato anche in prima persona questa metodologia, dopo molteplici esperimenti condotti sugli animali ha dimostrato che con una restrizione calorica del 40 per cento si può ottenere un aumento della longevità del 50 per cento. Cifre molto interessanti, queste promesse come ricompensa a un digiuno suggerito e attraverso il quale sembrerebbe che si potrebbe ridurre il grasso viscerale e attivare le sirtuine, i “geni della longevità”. Basterebbero 52 giorni per rinnovare le cellule dell’organismo, una dieta questa che suggerisce di alimentarsi una sola volta al giorno, la sera per esattezza, saltando dunque colazione e pranzo, che non necessita di essere protratta troppo a lungo.

Ecco i 9 passi della dieta del digiuno:

  • iniziare a mangiare di meno riducendo le porzioni
  • saltare la colazione: unica eccezione va fatta per i liquidi, ma niente caffè, solo un succo di frutta.
  • evitare la sonnolenza: se non si riesce proprio a saltare il pranzo, il consiglio resta sempre quello di mangiare poco.
  • consumare un unico pasto: il suggerimento del dottor Yoshinori Nagumo è di mangiare unicamente a cena. L’appetito che sentirete e il consecutivo borbottio dello stomaco sarà indice di un aumento della secrezione dell’ormone della crescita.
  • evitare il caffè a stomaco vuoto: al suo posto scegliere l’infuso di radice di bardana ogni volta che avete sete.
  • evitare la sindrome metabolica: per evitarla sarà necessario non mangiare troppo, non abusare di grassi, non abusare di zuccheri, non abusare del sale.
  • attenzione allo zucchero: lo zucchero è tossico e contribuisce all’aumento del rischio di arteriosclerosi, ictus e patologie cardiache, oltre ad accrescere il grasso.
  • rafforzare le ossa: non si rinforzano assumendo dosi di calcio elevate ma camminando molto più di quanto fate abitualmente.
  • dormire dopo aver mangiato: per mantenersi sani e belli il trucco è andare a letto ed alzarsi di buon’ora.