I nomi delle borse: ecco la mappa dei modelli più famosi

Le donne hanno spesso un armadio a parte dedicato solo ed esclusivamente alla conservazione delle borse, più o meno grandi e spaziose, adatte a interpretare mille e una occasione. Modelli e dimensioni diverse, fantasie e tinte unite si intrecciano con loghi e decorazioni iconiche raccontando in pochi tocchi di design la nostra personalità e il personale stato d’animo.

Ciascuna borsa ha una storia e un nome ben preciso, anche se molto spesso non ci facciamo caso. Semplicemente questi appellativi ci suonano familiari ma non abbiamo mai l’occasione di approfondirli. In questo articolo passeremo in rassegna i nomi dei modelli più iconici e strani di borse firmate da donna in modo tale da imparare a riconoscerli nei negozi e a utilizzarli con cognizione di causa mentre si fa shopping oppure durante una conversazione. Tutti conosciamo la borsa a bauletto, così come abbiamo sentito parlare della hobo e della clutch ma anche della baguette o della shopper. In generale, però, i contorni di ciascuno di questi modelli ci restano un po’ oscuri. Facciamo chiarezza tra quello che ci piace e quello di cui avremmo bisogno, in modo tale da orientare al meglio la scelta quando arriverà il momento di fare del sano e rilassante shopping.

Bauletto, tote e shopper ma anche clutch, saddle e minaudière

Iniziamo proprio dal bauletto, che si caratterizza per avere una forma piuttosto affusolata e allungata. E’ perfetto per andare a lavoro e in generale nella parte iniziale della giornata, quando abbiamo più bisogno di portare con noi oggetti e accessori anche ingombranti. Si porta con una mano, al massimo si aggancia sull’avambraccio anche se molto dipende dal suo peso. Perfetto con abiti corti ma anche con jeans e sneakers.

C’è poi la shopper, che deve il suo nome alla forma che ricorda un po’ il sacchetto della spesa. Generalmente è di forma rettangolare con due manici più o meno corti. E’ fatta il più delle volte in tela e può essere usata in situazioni informali così come al mare. Il modello tote è simile alla shopper, si tratta di una borsa molto grande a forma rettangolare o trapezoidale che in alto rimane aperta. E’ perfetta per portare sé qualsiasi cosa ed è l’ideale nei contesti di ufficio così come per le mamme che devono portare sempre con sé molti oggetti.

Lo zainetto è poi un altro modello di borsa piuttosto comune, soprattutto tra le amanti della comodità e dei look un po’ nostalgici. Grande capienza vuol dire grande comodità, si porta sulle spalle e ha un taglio sportivo oltre che giovanile. L’arte della selleria ha poi modellato la borsa saddle, che appunto ricorda nella forma la sella di cavallo. Abbigliamento informale, adatta alle passeggiate durante il giorno, è capiente ma non troppo. Infine uno sguardo anche alle clutch, ovvero le borsette molto piccole adatte agli eventi mondani o comunque alle occasioni speciali che si chiudono con lo scatto, e al modello minaudière. Quest’ultimo è un accessorio gioiello di dimensioni piccole e compatte che però si caratterizza per la presenza di ricami, brillanti preziosi e dettagli in seta o broccato.