Valentina Ferrandello

Rassodare i glutei: gli errori più comuni che si commettono

Rassodare i glutei: gli errori più comuni che si commettono

Spesso quando si allenano i glutei si compiono alcuni errori banali ma che possono rendere l’intero sacrificio vano e non ottenere i risultati sperati: glutei sodi, alti e tonici

glutei-toniciQuando ci si allena in palestra purtroppo, a meno che non ci si affidi ad un personal trainer, può capitare di compiere degli errori che, seppur non fatali per la salute e per il proprio fisico, rendono l’intero allenamento assolutamente inefficace. Alcuni degli errori più banali si fanno proprio mentre si allenano i glutei, una delle zone che per le donne e per gli uomini è un parametro di bellezza estetica non trascurabile. Bisognerebbe dunque, prestare più attenzione a cosa  si fa e non quando si allena il gluteo se non si vuole rendere vano tutto lo sforzo ed il sacrificio dell’allenamento. Scoprire che tutto il tempo passato fra lezioni ed attrezzi non è servito a nulla non è molto di conforto né potrà ulteriormente stimolare la voglia e l’entusiasmo di continuare a svolgere attività fisica poiché si rischia di non essere più motivati.

esercizi-gluteiInnanzitutto, a detta degli esperti,  uno degli errori frequentemente commessi è quello di allenarsi con pesi eccessivi. Si pensa infatti che allenare il gluteo con pesi  esorbitanti e con uno sforzo  sovraumano tende ad allenare meglio e di più il muscolo, con effetti più immediati e visibili. Nulla di più sbagliato. Il muscolo per rassodarsi non ha la necessità di lavorare sotto sforzo con pesi massimi. Ma lavorare costantemente con un peso adeguato alla proporzione del  proprio corpo. Il muscolo del gluteo generalmente è allenato per ottenerne il suo rassodamento e potenziamento. Per cui, solo la continuità di un allenamento mirato e proporzionato potrà sortire gli effetti sperati: glutei alti e  sodi.

Inoltre, come anche condiviso da Davide Luisi, manager della Palestra Virgin Italia, gli esercizi top per i glutei sono lo squat, gli affondi ed il deadlift. Gli slanci, cioè mettersi a carponi portando la gamba verso l’alto e dove il piede non è poggiato a terra, servono a ben poco. Il muscolo del gluteo infatti lavora senza nessun peso se non addirittura un peso, quello della gamba che sarà sollevata, inferiore rispetto a quello che il proprio peso corporeo potrebbe sopportare.

lato-b-800-21Ed infine, altro errore moto comune che si fa mentre si allenano i glutei è quello di curvare la schiena come a dover portare il sedere in fuori. E’ invece essenziale che la schiena  rimanga dritta e ciò potrà essere più facilmente controllabile contraendo durante l’esercizio l’addome. L’incurvamento della schiena, spesso involontaria, che si verifica durante molti degli esercizi mirati per il rassodamento dei glutei è dovuto allo sforzo che si compie. Lo sforzo tenderà a trasferirsi sulla schiena e non gioverà invece alla zona allenata. Anche in questo caso il gluteo lavorerà in modo superfluo e non efficace, tutti gli sforzi potrebbero essere vani.

E’ bene che questi consigli suggeriti dagli esperti del settore vengano adottati nella proprie abitudine sportive. La maggior parte delle donne potrebbe pensare che non è necessario assimilarli e metterli in pratica poiché nella propria palestra l’istruttore controlla i movimenti di ciascuno ed è sempre pronto a correggerci. La cosa negativa purtroppo è che alcuni trainers nelle palestre non sono adeguatamente preparati e quindi, potrebbero sorvolare su alcuni piccoli ed irrilevanti dettagli del movimento che però, sono fondamentali se si vuole raggiungere l’obiettivo di avere un gluteo in forma e soprattutto dopo che si spende in palestra tempo ed anche soldi.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters