Joe Bastianich e Chiara Mosti, Mise En Place d’eccezione

Create, in serie limitata le T-Shirt, rappresentanti l’espressione artistica dei più grandi Chef, operanti in Italia

MiseEnPlace-JBMagliette che si trasformano in tele del gusto, grazie a colori e ingredienti capaci di fondere moda, arte, cucina e solidarietà. Sarà devoluto a Mani Tese il ricavato della nuova linea di t-shirt esclusive, in serie limitata, realizzata per il progetto Mise En Place, finalizzato al raggiungimento della sicurezza alimentare in Burkina Faso. L’iniziativa, al 100% italiana, nasce da un’idea di Joe Bastianich e della fashion designer Chiara Mosti per sposare moda, arte e cucina con l’impegno sociale. Coinvolti nell’iniziativa dodici grandi rappresentanti del panorama gastronomico italiano: Antonino Cannavacciuolo  Moreno CedroniCarlo Cracco,  Enrico Crippa,  Gennaro Esposito,  Gualtiero Marchesi,  Norbert Niederkofler, Davide Oldani, Italo Bassi e Riccardo Monco per Enoteca Pinchiorri; Mise En Place , è un viaggio lungo la penisola che inizia dai mercati rionali della Toscana, terra della fashion designer Chiara Mosti, passa dai piatti regionali tipici e arriva fino alle cucine dei grandi ambasciatori del gusto italiano. Le magliette saranno acquistabili al prezzo di 100 euro l’una su CharityStars.com, la piattaforma digitale che nel 2014 ha raccolto joe-Bastianich-Mise-en-place-950x514più di 1.070.000€ a favore di 150 Onlus italiane e internazionali. Su CharityStars.com sarà inoltre acquistabile in soluzione unica anche un’installazione artistica, attualmente esposta in anteprima ad Eataly Torino, che racchiude, in cornici artigianali, tutta la serie limitata, che verrà autografata dagli Chef.  “Un grazie speciale va a Joe Bastianich, Chiara Mosti e agli Chef. Il loro è un atto di fiducia e un sostegno importante per il nostro impegno di giustizia in Italia e all`estero. Un impegno che compie in questi giorni 50 anni ed è oggi più vivo che mai. Siamo felici di partecipare a questo progetto che valorizza le doti migliori del nostro paese: creatività e solidarietà”, ha detto Valerio Bini, presidente di Mani Tese.