Caterina Marino

Le donne straniere scelgono l’Italia per partorire i loro bambini, ecco perchè

Le donne straniere scelgono l’Italia per partorire i loro bambini, ecco perchè

Le nascite di stranieri aumentano, il numero di immigranti pure, perchè scelgono l’Italia

asilo-nidoE’ risaputo che l’Italia sia un Paese pieno di questioni irrisolte, che pian piano stanno fagocitando la nostra società, e se è vero che esistono corsi e ricorsi storici, mi sembra di essere in un tempo simile alle invasioni barbariche che pian piano sgretolarono l’Impero Romano, che era allora un involucro, ormai vuoto, come fosse un guscio d’uovo privo del suo contenuto. Uno dei temi tanto attuali quanto difficile da argomentare è la questione degli immigrati, dato certo è che già da un pò le statistiche parlano chiaro, è stato registrato nel 2011 che le famiglie multietniche sono aumentate del 172% , rispetto al decennio precedente e i matrimoni tra straniere e italiani hanno ricevuto un bell’incremento. I blog su cui vengono aperte  discussioni che vedono gli uomini difendere le straniere e le donne disprezzarle , sono molteplici. Gli uomini  a quanto pare preferiscono compagne d’oltre frontiera perchè, di poche pretese, semplici e che mettono al primo posto la famiglia, si lamentano poco, sono per lo più brave casalinghe, e soprattutto very cheep, ma anche belle. Le donne italiane invece, difendono la propria cultura femminista, inveiscono contro queste donne considerandole approfittatrici e sgualdrine, e chi lo sa che non lo siano, per le italiane la carriera viene al primo posto,  ma la verità è che in un paese in cui la condizione economica è quella che è, più facilmente le straniere, che provengono spesso da situazioni peggiori delle nostre scelgono di fare una famiglia e partorire dei figli. E’ infondo un desiderio naturale quello di avere una famiglia, un istinto pari all’accoppiamento. Stiamo naturalmente tralasciando i fattori culturali. Ma oltre alle extra-comunitarie coniugate, che ormai cittadine con diritti uguali alle native, partoriscono i loro bambini nella nuova patria, esiste una percentuale abbastanza cospicua, di donne che anche non essendo  italiane scelgono di partorire qui, la risposta è abbastanza semplice infatti, l’Italia garantisce alle donne tutta l’assistenza sanitaria necessaria, e le gravide che sostano in maniera irregolare, hanno la possibilità di ottenere un permesso di sei mesi a seguito del parto, iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale, oltre naturalmente ad usufruire di un’indennità di 258 euro mensili, se poi non si sentono di tenere il pargolo possono sempre rinunciare e lasciarlo in Ospedale, insomma  verrebbe da dire  alle belle straniere, vi piace proprio vincere facile! Tuttavia, basterebbe una riflessione meno filtrata dal cinismo, per pensare che queste donne non hanno un’ alternativa migliore, stando in una condizione sociale al limite. E’ pur vero che esistono italiani che sono costretti ad occupare le case vuote, non sanno come sostentarsi e stranieri che stanno al caldo, ricevono indumenti e cibo, senza considerare quelli che vanno ad occupare posti di lavoro, tasto dolens degli xenofobi, però se ci pensiamo bene  quei posti di lavoro con una paga bassa, potrebbero essere di quegli italiani che sposerebbero le straniere!!! Una bella questione meridionale, insomma, sarà colpa dei politici che, di dieci prendono 9 biscotti e sull’ultimo dicono al connazionale :” Stai in guardia, lo straniero ti sta prendendo l’unico biscotto”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters