Rita Caridi

Installare un montascale in casa: la scelta e l’installazione

Installare un montascale in casa: la scelta e l’installazione

Chi si trova in una situazione di ridotta mobilità avrà grossi problemi nello spostarsi in casa, soprattutto nel caso in cui siano presenti delle scale

Oggi questo tipo di problema si può risolvere installando un modello di montascale, uno strumento che consente di superare qualsiasi dislivello senza fare alcuna fatica e con la massima comodità. In commercio ne esistono diversi modelli e tipologie, la scelta dipende da una serie di fattori. Per farsi consigliare al meglio si può contattare Amico Soluzioni, un’azienda che propone la vendita e l’installazione di Montascale a Perugia e in tutta l’Umbria.

Il montascale anche in condominio
Chi vive in un appartamento può avere delle difficoltà a superare le rampe di scale condominiali che lo portano alla sua abitazione. In questi casi è comunque possibile installare un montascale, previa autorizzazione da parte dell’assemblea condominiale. Chi soffre di problemi di deambulazione o di una disabilità importante può ottenere che le spese siano suddivise tra tutti i condomini, oppure potrà decidere di sostenerle da solo, senza farsi aiutare dai vicini di casa, che potrebbero non necessitare di tale installazione. Conviene peraltro ricordare che oggi per un montascale sono varie le agevolazioni fiscali che si possono ottenere, con un importante abbassamento dei costi totali.

La scelta del montascale
L’offerta disponibile in commercio è ampia, si pone quindi la necessità di scegliere il montascale più adatto caso per caso. Le variabili in gioco sono diverse, a partire ovviamente dal budget a disposizione, per poi considerare anche le dimensioni del vano scale, il tipo di dislivello da superare, le necessità del soggetto a ridotta mobilità e anche il modello che si desidera installare, la tipologia di scala ecc. Sono infatti disponibili sul mercato montascale di due tipologie principali: a poltroncina o a pedana. Nel primo caso si tratta di una vera e propria poltroncina che si muove lungo un’apposita guida grazie ad un gruppo di trazione elettrico. Il soggetto a ridotta mobilità si siede sulla poltroncina e aziona il motore con gli appositi comandi, per farsi comodamente trasportare al piano che desidera. I montascale a pedana invece hanno sostanzialmente anch’essi una guida e un gruppo di trazione, ma anziché una poltroncina hanno appunto un’apposita pedana su cui può salire una persona in carrozzina per farsi trasportare al piano desiderato.

Quanto spazio serve per un montascale
Esiste la diffusa idea che per installare un montascale sia necessario avere a disposizione vani scale molto ampi, quelli per intenderci che oggi sono presenti nelle abitazioni di nuova costruzione. Invece, grazie ai diversi modelli disponibili, oggi un montascale si può installare praticamente in qualsiasi situazione abitativa, anche in vani scali molo angusti e ristretti. L’unica problematica riguarda i montascale a pedana, i quali necessitano della disponibilità dello spazio sufficiente a far passare la pedana stessa. Per i modelli a poltroncina invece la questione è molto più elastica: ne esistono anche con poltroncine decisamente compatte, che possono essere installate anche in vani scala molto stretti. Le pedane e le poltroncine sono disponibili in versioni richiudibili, questo consente di liberare quasi completamente la scala quando il dispositivo non è in uso. Tale caratteristica è particolarmente interessante soprattutto nelle scale condominiali, dove transitano anche soggetti che non hanno alcuna problematica correlata alla deambulazione.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters