Laura Zavettieri

Nude makeup: il trucco c’è ma non si vede

Nude makeup: il trucco c’è ma non si vede

Quando il trucco c’è ma non si vede: un filo di makeup alle volte può valorizzare un viso più di un trucco  elaborato

Quando si tratta di trucco, è innegabile che tutti i giorni non siano uguali; se durante il fine settimana è più probabile che si abbia voglia di trascorrere più tempo a prepararsi, durante i giorni lavorativi è spesso difficile riuscire a dedicarsi al make up in modo soddisfacente.

Fortunatamente, per tutte colore che desiderano essere sempre perfette pur avendo poco tempo a disposizione, è possibile adottare la tecnica del nude make up, una tipologia di “trucco non trucco” indicata nella vita di tutti i giorni.

In realtà, non è facile fare un buon nude make up, quindi in questo articolo cercheremo di spiegare i passaggi fondamentali così come li suggerisce la consulente artistica e truccatrice del brand Burberry Wendy Rowe.

Come realizzare un nude make up perfetto

La truccatrice Wendy Rowe afferma che la chiave per avere un aspetto naturale ed eseguire un nude make up perfetto è avere una buona base. Come un pittore non inizierebbe mai a dipingere su una tela sporca, è altrettanto vero che non è consigliabile eseguire qualsiasi tipo di trucco su una pelle che non sia perfettamente pulita e idratata.

Per cominciare, dunque, è importante usare un buon detergente delicato per il volto, in modo da rimuovere eventuali residui di trucco e applicare una buona crema idratante per rendere la pelle più elastica e tonica.

Per un look naturale durante il giorno, la Rowe consiglia di uniformare il tono della pelle mantenendolo luminoso e luminoso. Per un finish leggero ma resistente, è possibile optare per una BB Cream, un prodotto più leggero rispetto al tradizionale fondotinta ma che è comunque in grado di minimizzare le piccole imperfezioni ed uniformare l’incarnato.

Dopo aver applicato la BB Cream, è necessario procedere con il correttore che, però, va applicato esclusivamente sulle aree “difficili” come la zona sotto agli occhi, spesso caratterizzata dalle antiestetiche occhiaie. La Rowe consiglia di utilizzare un correttore dai toni aranciati o pesca solo nell’angolo interno dell’occhio, in modo da non appiattire lo sguardo e donare luminosità al contorno occhi.

Quando si procede con un nude make up, è consigliabile evitare la pratica del contouring che, sebbene molto amata negli ultimi anni, può decisamente appesantire il volto.

La Rowe suggerisce di applicare un leggero strato di blush color pesca sulla parte alta degli zigomi, in modo da illuminare quella parte del volto e dare al trucco un aspetto ancora più naturale.

In un nude make up, le sopracciglia sono un elemento che non va mai trascurato; per un risultato perfetto, è possibile affidarsi ad uno dei tanti kit per sopracciglia che esistono sul mercato o, in alternativa, optare per la tradizionale matita, facendo però attenzione a non usare un tratto troppo deciso soprattutto nella parte finale delle sopracciglia.

Il nude make up è caratterizzato da un’attenzione particolare verso le ciglia, vere e proprie protagoniste dello sguardo.Per un risultato più naturale, è possibile optare per un mascara allungante e curvante nei toni del tortora e del marrone caldo; per chi invece desidera un look effetto “drama queen”, è possibile utilizzare il classico mascara nero.

Per quanto riguarda le labbra, è sempre meglio scegliere un rossetto delicato nei toni del pesca o del rosa, possibilmente con texture mat.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters