Rita Caridi

Guidare a pancia piena è come guidare in stato di ebbrezza

Guidare a pancia piena è come guidare in stato di ebbrezza

Guidare in stato di ebbrezza è pericoloso, ma sono tante le cose da evitare quando si è al volante, come per esempio fumare e parlare al telefono, che possono distrarre l’autista molto facilmente. Ma non sono le uniche distrazioni, secondo una nuova ricerca, anche guidare dopo aver mangiato troppo potrebbe essere pericoloso

mangiarealvolanteBisogna stare molto attenti quando si guida, rispettare la segnaletica e le regole della strada. E non solo, bisogna sempre trovarsi in uno stato psico-fisico ottimale. Ogni giorno si sentono storie di incidenti stradali causati da autisti ubriachi, ma anche da persone distratte da telefonate, secondo una nuova ricerca però, prima di guidare bisogna accertarsi di non aver mangiato troppo. “Mangiare bene ma mangiare meno, molto meno” perchè “l’impatto negativo dell’alcool” quando si guida “è paragonabile al troppo cibo” ha spiegato lo chef stellato Davide Oldani, ambasciatore dell’Expo 2015. Durante il forum “Dimmi come mangi (e come bevi) e ti dirò come guidi” Oldani ha spiegato che “le porzioni prima di partire o durante un viaggio devono essere piccole, bastano 20 grammi per soddisfare il piacere del cibo“. L’Expo 2015, ha aggiunto lo chef, “sarà anche un’importante occasione per farci riflettere sul tema del nutrire meglio. Oggi tutti noi mangiamo quattro volte più del dovuto, e le reazioni sono più difficili quando si è saturi di cibo“.

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters