Rita Caridi

Benessere e autostima, la ricetta della quotidianità

Benessere e autostima, la ricetta della quotidianità

Stare bene con se stessi è un esercizio mentale, fatto di piccole grandi sfide quotidiane da vincere e strategie di bellezza da applicare

Tra le molte attività che fanno sentire subito meglio, per antonomasia, sicuramente quella di andare dall’estetista o alla Spa è ormai entrata di diritto nell’agenda di ciascuno. Sentirsi più belli davanti allo specchio la mattina così come nei momenti di socialità, accresce la personale autostima e ha un effetto terapeutico. Essere a proprio agio e stare meno in soggezione di fronte alle novità oppure semplicemente sul posto di lavoro è la chiave per una ritrovata serenità, che si rispecchia naturalmente anche nei rapporti familiari e con il partner.

Questo bisogno di attenzioni viene intercettato al meglio da aziende come Lemi spa, che si occupano di creare all’interno del centro benessere la giusta atmosfera di relax grazie a un mix di design, tecnologia e artigianalità che punta alla realizzazione di attrezzature di grande impatto. Capita di sentirsi inadeguati nel proprio aspetto per affrontare determinate situazioni, soprattutto in questi tempi moderni iperconnessi dove il diktat della bellezza arriva sempre più spesso dalla rete. I canoni veicolati, dal mondo della moda ma non solo, vanno a incidere sul livello di accettazione di sé. Inoltre, sulla vetrina dei social network – Facebook e Instagram in primis – l’ossessione per la perfezione può creare un disagio in chi verso la propria immagine nutre delle incertezze.

Ecco perché il centro estetico ha il potere di capovolgere la situazione: potersi sentire subito più belli, prendendosi cura del proprio aspetto, è l’Abc del benessere.

Curare il corpo è un esercizio mentale

L’effetto terapeutico dell’appuntamento al centro benessere riguarda da vicino l’autostima. Basta pensare a quante persone a causa della sensazione di inadeguatezza – quando arriva il momento della prova costume o in piena estate – scelgono di non mostrare il proprio corpo in spiaggia, precludendosi l’esperienza di mare a tutto tondo. Va da sé che, per questo motivo, scatti e selfie sui social non vengono pubblicati: l’autostima è in sofferenza. Le cause più comuni? Cellulite e qualche chilo di troppo, una ceretta non fatta oppure ancora un fisico poco tonico portano a fare un passo indietro. Ecco perché scegliere di dedicarsi alla cura del corpo nei centri benessere, con il supporto di professionisti formati ad hoc, è la principale chiave per cambiare la prospettiva e amarsi di più: ci si sente a proprio agio, immersi in contesti positivi.

Non ha importanza di che tipo di attività benefica si tratti, bastano piccole coccole costanti per scandire un ritmo diverso anche da un punto di vista mentale. Per il pubblico femminile il pieno di fiducia può arrivare dopo una ‘semplice’ ceretta che rende le gambe lisce e luminose da mostrare, oppure in seguito a una sessione di manicure che fa delle nostre unghie la cornice perfetta alle mani (vero e proprio biglietto da visita, sempre in vista). Mentre per gli uomini il concetto di Spa non è più un tabù e aumenta il gradimento verso i massaggi distensivi e antistress.

Le piccole imperfezioni, in caso di scarsa autostima, possono ingigantirsi e diventare un’ossessione: la soluzione, però, è dietro l’angolo.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

PARTNER MeteoWeb | CalcioWeb | Mitindo | SportFair | eSporters